Carcano Mod. 38

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carcano Mod. 38
Moschetto 91 - 38.jpg
Un Mod. 91/38 versione Fucile.
TipoFucile a otturatore girevole-scorrevole
OrigineItalia Italia
Impiego
UtilizzatoriItalia Italia
Finlandia Finlandia
ConflittiSeconda guerra mondiale
Guerra d'inverno
Guerra di continuazione
Produzione
ProgettistaSalvatore Carcano
VariantiFucile Mod. 91/38
Moschetto Mod. 91/38
Moschetto Mod. 91/38 TS
Descrizione
Peso3,4 kg (versione Fucile, senza baionetta)
Rigaturadestrorsa costante
Calibro7,35 mm
Munizioni7,35 × 51 mm
Azionamentoretrocarica manuale, ripetizione ordinaria, otturatore girevole-scorrevole
Velocità alla volata757 m/s
Organi di miratacca di mira fissa a 200 m
Modern.Firearms.ru[1]
voci di armi da fuoco presenti su Wikipedia

Il Carcano Modello 38, denominazione accorciata della designazione completa Carcano Mod. 91/38 cal. 7,35, modificato su progetto dell'ingegnere Federico Capaldo (generale del Genio Artiglieria) è stato un fucile a otturatore girevole-scorrevole derivato dal modello Carcano Mod. 91 in calibro 6,5 mm, ricamerato in calibro 7,35 mm. Ne furono realizzate varianti per cavalleria e truppe speciali.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La differenza principale rispetto al suo predecessore è la sua cartuccia calibro 7,35 x 51 mm che ha una maggiore energia cinetica rispetto alla precedente 6,5 × 52 mm, inoltre siccome il primo ha il baricentro spostato verso il retro della palla, esso al contatto con tessuti animali comincia a muoversi rispetto al suo asse aumentando ulteriormente i danni tissutali, quindi il potere d'arresto e la letalità.

Sebbene la scelta del calibro sia stata ottimamente valutata, il fucile ebbe vita breve perché con l'ingresso dell'Italia nella seconda guerra mondiale, ed essendo ancora lontani dalla completa conversione al nuovo modello, la produzione si fermò a 285.000 pezzi[2], la maggior parte di essi venne ritirata dal servizio nel timore che il doppio munizionamento creasse confusione nell'approvvigionamento. Gli esemplari rimanenti equipaggiarono truppe di seconda linea e la Milizia Volontaria per la Sicurezza Nazionale. Durante la guerra non risultano casi di reparti che ebbero effettivamente tali problemi, mentre sono noti alcuni casi post-bellici verificatisi tra la fine degli anni quaranta e i primi anni cinquanta durante l'addestramento al fuoco delle reclute e causati dall'errato inserimento di cartucce 6,5 × 52 mm in fucili camerati per il calibro 7,35 mm. Fortunatamente la differenza di calibro rendeva tale errore privo di conseguenze per il tiratore.

Delle armi ritirate, 94.500 furono consegnate all'esercito finlandese, che le impiegò contro i russi nella Guerra d'inverno e nella Guerra di continuazione.

Il Carcano Mod. 38 e 38 t.s. venne utilizzato dai seguenti eserciti: Italia (Regio Esercito, Esercito Nazionale Repubblicano, Esercito Italiano), Giappone, Albania, Bulgaria, Finlandia e Germania.[senza fonte]

La stessa arma nella modifica 38 venne utilizzata per assassinare il presidente statunitense John Fitzgerald Kennedy[senza fonte] ed è conservata nel National Archivie and Records Administration Building nel Maryland, U.S.A..

Tecnica[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Carcano Mod. 91.

La meccanica è la stessa del suo predecessore '91 nelle varie versioni. Si distingue, oltre che per il calibro, per la sostituzione dell'alzo a quadrante con alette per il tiro fino a 2.000 m con una tacca di mira fissa tarata a 200 m; anteriormente viene installato un copricanna in legno e sui fianchi del fusto della cassa vengono ricavate delle scanalature che facilitano la presa della mano debole. L'arma camera cartucce calibro 7,35 x 51 mm, 6 per lastrina in un serbatoio fisso, con espulsione in basso della lastrina esaurita. È più maneggevole e più corto del modello 91 di circa 20 cm; la versione Fucile Mod. 91/38 misura infatti 1020 millimetri, con canna da 535 mm. Analogamente al progenitore, fu prodotto anche nella versione Moschetto Mod. 91/38, accorciata a 915 mm, con canna da 450 mm e baionetta a spiedo a sezione triangolare ripiegabile sotto alla canna, e nella versione Moschetto Mod. 91/38 TS (Truppe Speciali), dimensionalmente simile alla versione Moschetto ma con la "Baionetta-pugnale Mod.38" della versione Fucile. Oltre a essere prodotto ex novo, il modello '38 venne ottenuto con il rialesaggio delle canne di vecchi fucili in calibro 6,5 x 52 mm.

Baionetta-pugnale Mod. 1938[modifica | modifica wikitesto]

Prodotta per il Carcano Mod. 38 versione Fucile e mantenuta sul Mod. 91/38 in calibro 6,5 mm, si tratta di una innovativa baionetta a serramanico. L'impugnatura, con guancette in legno, ha un'elsa con un solo braccio, terminate con l'anello di vincolo alla volata del fucile. Il pomolo presenta la scanalatura longitudinale a T come la baionetta Mod. 1891, con il piolo che sul primo modello è sbloccato da una levetta zigrinata, mentre successivamente si adottò un pulsante identico al sistema dalla Mod. 1891. La lama è incernierata sull'elsa e, bloccata da un pulsante, si ripiega nell'apposita scanalatura dal manico ma non completamente. Infatti circa metà lama sporge dal pomolo, trasformando quindi la baionetta in un corto pugnale. L'arma poteva essere tenuta ripiegata anche quando inastata, in quanto la lama sporgente veniva accolta in un'apposita scanalatura sul fusto della cassa del fucile.

Durante la Seconda guerra mondiale, probabilmente per problemi di resistenza meccanica e di difficoltà produttive, la lama sui nuovi esemplari fu resa fissa. Tale baionetta è adottata anche dal Beretta MAB 38.

Il fodero di tale baionetta è completamente metallico e fu prodotto in tre versioni: una con nervature di rinforzo con passante diagonale per la cintura, una seconda senza nervature e sempre con passante diagonale ed una terza con gancio a vite per normale taschetta portabaionetta.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paraviccini - Carcano M91 rifle (Italy), su world.guns.ru. URL consultato il 21 aprile 2013.
  2. ^ The Carcano – Italy's military rifle, Richard Hobbs, 1996.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]