Arnaldo Azzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
on. Arnaldo Azzi
Bandiera italiana
Assemblea costituente
Luogo nascita Ceneselli
Data nascita 23 dicembre 1885
Data morte 25 novembre 1957
Professione militare
Gruppo Repubblicano
Collegio Collegio Unico Nazionale
Bandiera italiana
Parlamento italiano
Camera dei deputati
Gruppo Partito Socialista Italiano
Collegio Roma
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente della V Commissione (Difesa)
  • Componente della V Commissione (Difesa)
  • Componente della Commissione d'indagine per le accuse rivolte ai deputati Spiazzi Tolloy e Michelini

Arnaldo Azzi (Ceneselli, 23 dicembre 1885Cuneo, 25 novembre 1957[1]) è stato un militare e politico italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

L'8 settembre 1943 si trovava al comando della 41ª Divisione fanteria "Firenze", di stanza in Albania. Fu uno dei pochissimi generali italiani che, rifiutandosi di obbedire ad ordini superiori, non cedette le armi né ai tedeschi, né alle truppe partigiane albanesi; tenuti uniti i dipendenti ed evitando ogni sbandamento di truppe, si scontro' con i tedeschi sin dal settembre 1943 (Battaglia di Kruja). Mantenne il comando della divisione Firenze fino al giugno 1944 quando fu rimpatriato per malattia.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Medaglia commemorativa della guerra italo-austriaca 1915 – 18 (4 anni di campagna) - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa della guerra italo-austriaca 1915 – 18 (4 anni di campagna)
Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa dell'Unità d'Italia
Medaglia commemorativa interalleata della vittoria - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia commemorativa interalleata della vittoria

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Biografia ANPI
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie