Arley Betancourth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Arley Betancourth Velásquez
Nazionalità Colombia Colombia
Altezza 183 cm
Peso 78 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2005
Carriera
Squadre di club1
1993-1999 Deportivo Cali 181 (19)
1999-2000 Lanús 24 (2)
2000-2001 América de Cali 30 (4)
2001 Cortuluá 0 (0)
2001-2002 Lanús 9 (0)
2002-2003 UA Maracaibo 13 (0)
2004 Deportivo Pereira 10 (1)
2004 Deportes Quindío 6 (0)
2005 Univ. Católica 13 (0)
Nazionale
1993 Colombia Colombia U-20 1 (1)
1994-1999 Colombia Colombia 9 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 18 luglio 2009

Arley Betancourth Velásquez (Cali, 4 marzo 1975) è un ex calciatore colombiano, di ruolo centrocampista.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Giocava come centrocampista offensivo, ricoprendo il ruolo di trequartista nel centrocampo a 5 del Deportivo Cali di José Hernández, finalista della Coppa Libertadores 1999. Era soprannominato Garequita per la somiglianza tra il suo stile di gioco e quello di Ricardo Gareca, e fu inizialmente considerato come un possibile erede della maglia numero 10 di Carlos Valderrama.[1]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1993 debuttò con la maglia del Deportivo Cali sotto la guida del tecnico argentino José Yudica; nel 1994 già fu convocato in Nazionale dall'allora tecnico Francisco Maturana. Negli anni seguenti costruì buona parte della sua fortuna calcistica giocando nella squadra della sua città, divenendo un elemento chiave nella struttura della squadra allenata da Fernando Castro.[1] Trasferitosi in Argentina, al Club Atlético Lanús, dove impressionò nella sua prima stagione ma deluse nella seconda, tornando così in Colombia, prima all'América de Cali e successivamente al Deportivo Pereira e al Deportes Quindío.[1] Nel 2005 ha giocato la sua ultima stagione da professionista con la maglia dell'Universidad Católica del Ecuador, squadra di Quito.

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Con la Colombia ha giocato nove partite dal 1994 al 1999, prendendo parte alla Copa América 1999. Aveva debuttato precedentemente nella Colombia Under-20, realizzando un gol su calcio di rigore durante il campionato del mondo Under-20 1993. Durante i XII Giochi panamericani tenutisi a Mar del Plata, in Argentina, nel 1995, nel corso della partita contro il Messico, dopo aver ricevuto un cartellino giallo dall'arbitro costaricano Ronald Gutiérrez, colpì il direttore di gara con un calcio, rompendogli il setto nasale. Di conseguenza la FIFA lo punì con due anni di squalifica, la più alta sanzione mai irrogata ad un calciatore colombiano.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Deportivo Cali: 1998
América de Cali: 2000

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (ES) Arley Betancourth - Deporcali.com, su deporcali.com. URL consultato il 18 luglio 2009 (archiviato dall'url originale l'11 luglio 2009).
  2. ^ (ES) Fifa Suspende A Betancourt Por Dos Años, El Tiempo, 20 aprile 1995. URL consultato il 21 maggio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]