Cali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il popolo germanico, vedi Cali (popolo).
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la variante accentata, vedi Calì.
Cali
comune
Santiago de Cali
Cali – Stemma Cali – Bandiera
Cali – Veduta
Localizzazione
Stato Colombia Colombia
Dipartimento Flag of Valle del Cauca.svg Valle del Cauca
Amministrazione
Sindaco Rodrigo Guerrero
Territorio
Coordinate 3°26′13.92″N 76°31′21″W / 3.4372°N 76.5225°W3.4372; -76.5225 (Cali)Coordinate: 3°26′13.92″N 76°31′21″W / 3.4372°N 76.5225°W3.4372; -76.5225 (Cali)
Altitudine 995 m s.l.m.
Superficie 564[1] km²
Abitanti 2 319 684[2] (2012)
Densità 4 112,91 ab./km²
Altre informazioni
Prefisso 2
Fuso orario UTC-5
Nome abitanti Caleño
Cartografia
Mappa di localizzazione: Colombia
Cali
Cali
Cali – Mappa
Sito istituzionale

Cali, ufficialmente Santiago de Cali, è una città della Colombia, terza per numero di abitanti, capoluogo del dipartimento di Valle del Cauca ed è il principale centro economico, industriale e finanziario dello sud-ovest della Colombia. Situata nella regione Sur del Valle del Cauca, si trova tra la cordigliera occidentale e quella centrale delle Ande.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Cali è una delle città di antiche della Colombia e del continente americano.

Fu fondata ufficialmente da Sebastián de Belalcázar, uno dei luogotenenti di Francisco Pizarro, nel 1536, tre anni dopo la fondazione di Cartagena de Indias e due anni prima di Bogotá. All'arrivo degli spagnoli la valle era abitata da tribù indigene calima. Nonostante l'opposizione degli indios, fu fondato un insediamento chiamato Santiago de Cali, in seguito Cali.

Epoca precolombiana[modifica | modifica wikitesto]

Cali e in generale tutta la regione inter-andina costituirono un'area interessante nell'ambito archeologico dell'epoca precolombiana. Nei pressi di Cali sono stati rinvenute vestigia archeologiche della Cultura Calima, appartenente alla famiglia linguistica del caribe.

Conquista[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1534 Sebastián de Belalcázar fonda Quito seguendo l'ordine del suo capitano Francisco Pizarro. Dopo qualche tempo, fonda la città di Popayán. La conquista dell'impero inca non è stata dura, nemmeno quella delle popolazioni amerindie si rivelò ardua: quest'ultime infatti essendo divise in tribù non lottarono insieme contro il nemico comune. La battaglia definitiva si svolse nel 1536.

Fondazione[modifica | modifica wikitesto]

Il 25 luglio 1536 Sebastián de Belalcázar fondò una città al nord del fiume Cauca, con il nome di Santiago de Cali.

Fino al XVIII secolo, il territorio di Cali era occupato da fattorie e la città di estendeva fino al fiume. Le fattorie erano proprietà della classe spagnola, in stile coloniale con numerosi schiavi usati nella piantagioni di Canna da zucchero. Cali, da sempre, occupava una posizione strategica per il commercio: era di fatti un posto chiave tra l'Antioquia e Popayán.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

È la terza città colombiana ed ha una popolazione di circa 2.5 milioni di abitanti, ad un'altitudine di 1000 msm ca. La temperatura media annuale è di 25 °C. Il centro della città è diviso in due dal Rio Cali. Il cuore dell'abitato è nella parte sud, e presenta una pianta a scacchiera, al cui centro c'è la Plaza de Caycedo. A nord del fiume si estende la parte nuova della città, la cui arteria principale è l'Avenida Sexta. Il quartiere è moderno, con centri commerciali e negozi alla moda con buoni ristoranti.

Santiago de Cali si trova in una valle. La città è completamente circondata da montagne a ovest, Farallones de Cali sono il più vicino alla città. La parte orientale della città è delimitata dal fiume Cauca, Nord e Sud sono entrambi pianure estese, nel primo è possibile trovare la città industriale di Yumbo parte dell'area metropolitana di Cali, a sud si trova Jamundí, anche parte di l'area metropolitana. La città è prevalentemente pianeggiante, ma ci sono aree per lo più ad ovest che sono montagnose, come San Antonio e La Loma de la Cruz, entrambi sono siti turistici. Ci sono diversi fiumi che scendono dalla catena montuosa occidentale e vuota nel fiume Cauca quei fiumi attraversano l'area metropolitana di Cali. Nella parte occidentale della città il fiume Aguacatal getta nel fiume Cali, che prosegue verso il fiume Cauca. Nel sud i fiumi Cañaveralejo, Lili, e Meléndez flusso nel canale di CVC sud che sfocia anche nel fiume Cauca. Più a sud, le rive del fiume Pance sono un luogo popolare per la ricreazione e il tempo libero.

Turismo[modifica | modifica wikitesto]

Cali è il principale centro commerciale, industriale ed agricolo del sud-ovest della Colombia. Da visitare:

  • il Museo Archeologico La Merced, la cui sede è nell'ex convento la Merced, l'edificio più antico di Cali;
  • il Museo dell'Arte Coloniale La Merced, nelle cui vicinanze si trovano il museo dell'Oro ed il museo d'arte moderna La Tertulla.

Da citare le chiese, fra le quali la più antica è l'Iglesia de la Merced, in stile barocco, la cui costruzione ebbe inizio nel lontano 1545. A fianco del Rio Cali, nei giardini, si trovano l'Iglesia de la Ermita, costruzione gotica, l'Iglesia di San Francisco in stile neoclassico e la piccola Iglesia di San Antonio in cima all'omonima collina, costruita attorno al 1700.

Da tenere presente, infine, lo zoo che si trova nel sobborgo di Santa Teresita e il Teatro Experimental e Municipal.

A nord-est, la città è servita dall'Aeroporto "Alfonso Lopez Bonilla", a circa km, ed è collegata con tutte le principali città della Colombia.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La città è servita dall'Aeroporto di Cali-Alfonso Bonilla Aragón (CLO), situato a Palmira, all'interno dell'area metropolitana di Cali. Lo scalo permette di collegare la città con altri scali aeroportuali nazionali ed esteri.

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Nella città di Cali è presente l'università privata di Icesi.

Persone legate alla città[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Dato da statoids.com. URL consultato il 28 febbraio 2012.
  2. ^ (ES) Dati del censimento 2005 forniti dal DANE - Departamento Administrativo Nacional de Estadística (PDF). URL consultato il 28 febbraio 2012.
Controllo di autorità VIAF: (EN128994944 · GND: (DE4094870-5
america Portale America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di america