Arcipelago di Zanzibar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcipelago di Zanzibar
Makunduchi, Zanzibar.jpg
Spiaggia bianca corallina sulla costa est di Unguja (presso Makunduchi).
Geografia fisica
Localizzazione Oceano Indiano
Coordinate 6°08′S 39°22′E / 6.133333°S 39.366667°E-6.133333; 39.366667Coordinate: 6°08′S 39°22′E / 6.133333°S 39.366667°E-6.133333; 39.366667
Numero isole Circa 75
Isole principali Unguja e Pemba
Classificazione geologica Isole continentali e coralline
Geografia politica
Stato Tanzania Tanzania
Regioni Zanzibar Centro-Sud, Zanzibar Nord, Zanzibar Urbana-Ovest, Pemba Nord, Pemba Sud, Pwani.
Centro principale Zanzibar (205870)
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Spice Islands (Zanzibar highlighted).svg
Mappa di localizzazione: Tanzania
Arcipelago di Zanzibar
Arcipelago di Zanzibar

[senza fonte]

voci di isole della Tanzania presenti su Wikipedia

L'arcipelago di Zanzibar è un arcipelago della Tanzania situato nell'Oceano Indiano, a est della costa dell'Africa orientale. Corrisponde all'ex nazione indipendente di Zanzibar, oggi parte semi-autonoma della Tanzania. Comprende due isole principali, Unguja (detta anche "Zanzibar" o "Isola di Zanzibar", Zanzibar Island)[1] e Pemba, a cui si aggiungono una quarantina di isole minori, molte delle quali disabitate; la più grande di queste isole, Tumbatu, è circa 100 volte più piccola di Pemba.[2] L'arcipelago appartiene, insieme a Mafia, alle cosiddette spice islands ("isole delle spezie").

Isole[modifica | modifica wikitesto]

Isole di Pemba e Zanzibar (Unguja)
Foresta di mangrovie nella riserva di Jozani

Unguja[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Unguja.

La principale isola dell'arcipelago, Unguja (o semplicemente Zanzibar) si trova all'altezza della città di Bagamoyo; il braccio di mare fra Unguja e Bagamoyo, detto stretto di Zanzibar, è largo circa 40 km.[3] È un'isola collinosa; misura circa 85 km da nord a sud e circa 30 km da est a ovest, nel punto di maggiore larghezza, per una superficie totale di circa 2600 km².[2] La popolazione è distribuita soprattutto a nord, nordovest e ovest, dove il terreno è più fertile; la costa orientale è più arida e vi abbonda la roccia corallina, poco adatta all'agricoltura. Le spiagge bianche della costa orientale, con l'antistante barriera corallina, sono invece rinomate da un punto di vista turistico. Sempre sul versate est si trovano le acque più pescose e la maggior parte dei villaggi di pescatori.[3]

Pemba[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Pemba (isola).

Pemba, nota anche col nome arabo Al Khundra ("l'isola verde"), è l'isola più settentrionale dell'arcipelago, e si trova circa 50 km a nord di Unguja. Misura circa 65 km in lunghezza e 22 km in larghezza, per una superficie totale di circa 1500 km².[2] Lo stretto di Pemba, che la separa dal continente, è più largo di quello di Zanzibar, e quindi l'isola è storicamente rimasta più isolata. È molto meno popolata di Unguja e più ricca di vegetazione.[3]

Attorno a Unguja[modifica | modifica wikitesto]

Attorno a Pemba[modifica | modifica wikitesto]

Ambiente naturale[modifica | modifica wikitesto]

In passato le isole dell'arcipelago erano quasi completamente coperte da foresta tropicale; la presenza umana e la conseguente deforestazione hanno ridotto l'estensione della foresta al 5% dell'area originale.[1] La foresta primigenia sopravvive solo nelle aree naturali protette di Jozani (Unguja) e Ngezi e Msitu Mkuu (Pemba).

Clima[modifica | modifica wikitesto]

L'arcipelago si estende pochi gradi a sud dell'equatore. Il clima è tropicale, monsonico, con temperature elevate tutto l'anno e alte percentuali di umidità. Gli alisei soffiano da nord-est nel periodo da dicembre a marzo e da sud-est da maggio a ottobre. Ci sono due stagioni delle piogge; quella principale (chiamata localmente mwaka) dura da metà marzo a maggio, con precipitazioni molto intense (può accadere che piova tutti i giorni per l'intera stagione). La seconda stagione, fra ottobre e dicembre (talvolta fino a gennaio) e dominata dai monsoni provenienti dal nord chiamati localmente kasikazi,[3] è meno intensa.[1] La seguente tabella riassume temperature e precipitazioni lungo l'arco dell'anno.[4]

Mese Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Inv Pri Est Aut
T. max. mediaC) 32 32 32 31 30 29 29 29 30 31 31 32 32 31 29 30,7 30,7
T. min. mediaC) 24 24 23 23 22 20 18 18 19 20 22 23 23,7 22,7 18,7 20,3 21,3
Precipitazioni (mm) 5,37 5,39 11,6 17,86 13,18 3,53 2,95 2,39 1,48 5,2 7,59 8,09 18,9 42,6 8,9 14,3 84,6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Zanzibar: ambiente sezione della guida Lonely Planet online
  2. ^ a b c Zanzibar Geography
  3. ^ a b c d (EN) Independent Travel Guide to Zanzibar
  4. ^ Dati in tabella tratti da MSN Weather

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Isole Portale Isole: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di isole