Andrea Maria Erba

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrea Maria Erba, B.
vescovo della Chiesa cattolica
BISHOP-andrew-maria-erba.jpg
Il vescovo durante la messa di Ognissanti del 1º novembre 2009
BishopCoA PioM.svg
In uno spiriti
Titolo Velletri-Segni
Incarichi attuali Vescovo emerito di Velletri-Segni
Incarichi ricoperti Vescovo di Velletri-Segni
Nato 1º gennaio 1930 (86 anni) a Biassono
Ordinato presbitero 17 marzo 1956 dall'arcivescovo Carlo Confalonieri (poi cardinale)
Nominato vescovo 19 dicembre 1988 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 6 gennaio 1989 da papa Giovanni Paolo II

Andrea Maria Erba (Biassono, 1º gennaio 1930) è un vescovo cattolico italiano, dal 28 gennaio 2006 vescovo emerito di Velletri-Segni.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Biassono, in provincia di Monza e della Brianza ed arcidiocesi di Milano, il 1º gennaio 1930.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre 1942 entra nella scuola apostolica dei Barnabiti di Cremona, dal 1944 continua gli studi nel collegio San Francesco di Lodi; l'anno seguente torna a Cremona.

Il 15 e 23 giugno 1947 presenta le domande per entrare nella congregazione barnabita; il 21 luglio seguente viene accolto e destinato alla chiesa di Santa Maria al Carrobiolo a Monza, dove il 7 settembre riceve l'abito religioso. L'8 settembre 1948 emette la professione semplice dei voti.

Dopo aver frequentato il collegio san Paolo di Firenze, viene inviato allo studentato teologico di Roma per proseguire gli studi.

Riceve la prima tonsura il 22 novembre 1953 e gli ordini minori il 16 gennaio ed il 3 aprile 1954. Il 7 ottobre del medesimo anno emette la professione solenne dei voti; è ordinato suddiacono il 30 ottobre 1955, diacono il 17 settembre seguente e presbitero il 17 marzo 1956, per i Chierici regolari di San Paolo, dall'arcivescovo Carlo Confalonieri (poi cardinale).

Dopo l'ordinazione è vicemaestro nello studentato di Roma. Nel 1961 è trasferito nel collegio "alle Querce" di Firenze, nel 1962 è a Lodi come vicemaestro e collaboratore. Nel 1965 è preposto al collegio dei Santi Barnaba e Paolo a Milano. Nel 1967 ritorna a Roma come cancelliere generale allo studentato teologico e docente alla Pontificia università urbaniana. Nel 1971 viene eletto assistente generale e nel 1976 è anche procuratore generale (mantiene gli incarichi fino al 1982). Dal 1975 al 1980 è anche preposto e maestro dello studentato. Nel 1982 è nominato parroco della Chiesa dei Santi Biagio e Carlo ai Catinari.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 19 dicembre 1988 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Velletri-Segni; succede a Martino Gomiero, precedentemente nominato vescovo di Adria-Rovigo. Il 6 gennaio 1989 riceve l'ordinazione episcopale, nella basilica di san Pietro in Vaticano, da papa Giovanni Paolo II, coconsacranti gli arcivescovi Edward Idris Cassidy e José Tomás Sánchez (entrambi poi cardinali). Il 22 gennaio successivo prende possesso della diocesi[1].

Il 24 aprile 2005, durante la messa per l'inizio del ministero petrino, presta obbedienza a papa Benedetto XVI, il quale era cardinale-vescovo titolare della sede suburbicaria di Velletri-Segni.

Il 28 gennaio 2006 lo stesso papa accoglie la sua rinuncia per raggiunti limiti d'età; gli succede Vincenzo Apicella.

Risiede presso la curia generalizia dei barnabiti a Roma.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Andrea Maria Erba, Antologia degli Scritti, Vol 1, EDIVI, 2006, ISBN 978-88-89231-48-7
  • Andrea Maria Erba & Pier Luigi Guiducci, La Chiesa nella storia. Duemila anni di cristianesimo, Elledici, Torino 2008
  • Andrea Maria Erba, L'Angelica Paola Antonia Negri, Editrice del Verbo Incarnato, 2008
  • Andrea Maria Erba, Antologia degli Scritti, Vol 2, EDIVI, 2009, ISBN 978-88-89231-24-1

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore di Grazia Ecclesiastica del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie) - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore di Grazia Ecclesiastica del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio (Casa di Borbone-Due Sicilie)
— [2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vescovi, su www.diocesivelletrisegni.it. URL consultato il 28 gennaio 2016.
  2. ^ Dal sito web del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Velletri-Segni Successore BishopCoA PioM.svg
Martino Gomiero 19 dicembre 1988 - 28 gennaio 2006 Vincenzo Apicella
Controllo di autorità VIAF: (EN7238401 · LCCN: (ENnr90004488 · ISNI: (EN0000 0001 1590 9362 · BAV: ADV11974296