Andrea Cecchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Andrea Cecchi
Nazionalità Italia Italia
Nuoto Swimming pictogram.svg
Specialità rana e staffette miste
Squadra Fiamme Gialle
Calpeda Veneto
Fiorentina nuoto
Palmarès
Giochi del Mediterraneo 0 0 2
Europei giovanili 0 0 4
Campionati italiani 12 11 5
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 28 gennaio 2011

Andrea Cecchi (Casale Monferrato, 23 marzo 1968) è un ex nuotatore italiano.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Nuotatore specializzato nei 100 e 200 metri rana in cui emerge già da ragazzo, tanto da vincere tre medaglie ai campionati europei giovanili di nuoto del 1983 e una in quelli del 1984. Nel 1987 partecipa ai Giochi del Mediterraneo a Latakia e vince la medaglia di bronzo nei 200 m rana; disputa anche i suoi primi campionati europei a Strasburgo, e vince i primi titoli italiani. L'anno dopo ripete le vittorie ai campionati italiani, ma deve anche interrompere temporaneamente la carriera per problemi di salute.[1]

All'inizio degli anni novanta va a studiare negli Stati Uniti d'America a Los Angeles e all'UCLA riprende la carriera come ranista vincendo anche tre titoli universitari americani; torna anche a vincere titoli italiani e viene convocato per disputare i mondiali a Perth a gennaio del 1991, quindi in estate torna ai giochi del Mediterraneo di Atene e va ancora sul podio, questa volta nella staffetta mista; in agosto, sempre ad Atene, arriva due volte in finale ai campionati europei sfiorando la medaglia nei 100 m rana.

Nel 1992 partecipa ai Giochi della XXV Olimpiade di Barcellona, fermandosi però solo alle batterie dei 100 e 200 m rana. In quel periodo è il miglior italiano nella gara breve, vincendola per quattro anni di fila ai campionati estivi. L'anno dopo arriva ancora quarto alle universiadi di Buffalo nei 100 m rana e agli europei sprint nella staffetta 4 × 50 m mista: è inoltre finalista agli europei di Sheffield e ai mondiali in vasca corta di Palma di Maiorca. Ha partecipato ancora ai campionati mondiali di Roma nel 1994, arrivando solo alla finale di consolazione dei 100 m rana.

Terminata l'attività agonistica ad alto livello nel 1995, si è laureato negli Stati Uniti ed è diventato chiropratico restando comunque nell'ambiente del nuoto.[2]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

questa tabella è incompleta

Giochi olimpici 100 m rana 200 m rana ---
1992 Barcellona
Spagna Spagna
17º in batteria
1'03"28
17º in batteria
2'16"38
---
Campionati del mondo 100 m rana 200 m rana ---
1991 Perth
Australia Australia
6º in finale B
1'03"43
5º in finale B
2'17"25
---
1994 Roma
Italia Italia
8º in finale B
1'04"09
30º in batteria
2'22"11
---
Mondiali in vasca corta --- --- 4 × 100 m mista
1993 Palma di Maiorca
Spagna Spagna
--- --- 7º - 3'43"80
:
Campionati europei 100 m rana 200 m rana ---
1991 Atene
Grecia Grecia

1'02"58

2'16"29
---
1993 Sheffield
Regno Unito Regno Unito

1'03"27
--- ---
Europei sprint 50 m rana --- 4 × 50 m mista
1993 Gateshead
Regno Unito Regno Unito

28"33
--- 4º - 1'40"38
:
Giochi del Mediterraneo --- 200 m rana 4 × 100 m mista
1987 Latakia
Siria Siria
--- Bronzo
2'22"34
---
1991 Atene
Grecia Grecia
--- --- Bronzo: 3'53"41
:
Universiadi 100 m rana --- ---
1993 Buffalo
Stati Uniti Stati Uniti

1'03"84
--- ---
Europei giovanili 100 m rana 200 m rana 4 × 100 m mista
1983 Mulhouse
Francia Francia
Bronzo
1'06"43
Bronzo
2'25"73
Bronzo: 3'58"90
:
1984 Lussemburgo
Lussemburgo Lussemburgo
Bronzo
1'06"48
--- ---

Campionati italiani[modifica | modifica wikitesto]

9 titoli individuali e 3 in staffette, così ripartiti:

  • 6 nei 100 m rana
  • 3 nei 100 m rana
  • 3 nella staffetta 4 × 100 m mista
Anno Edizione rana
100 m
rana
200 m
mista
4×100 m
1985 Primaverili 3 3 -
1986 Primaverili 2 2 -
1986 Estivi - 3 -
1987 Primaverili 2 1 1
1986 Estivi 2 3 -
1988 Primaverili 1 2 1
1988 Estivi - - 1
1990 Estivi 2 2 -
1991 Estivi 1 1 -
1992 Estivi 1 2 -
1993 Estivi 1 2 -
1994 Primaverili 1 1 3
1994 Estivi 1 2 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Aronne Anghileri, Alla ricerca del nuoto perduto, Cassina de' Pecchi, SEP editrice S.R.L., 2002, vol. II. ISBN 88-87110-27-1.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]