Amedeo Baldizzone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Amedeo Baldizzone
Amedeo Baldizzone.jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 178 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Ritirato 1984 - giocatore
Carriera
Giovanili
Atalanta Atalanta
Squadre di club1
1977-1979 Atalanta Atalanta 2 (0)
1979-1980 Forli Forlì 30 (0)
1980-1981 Atalanta Atalanta 36 (0)
1981-1983 Cagliari Cagliari 9 (0)
1983-1984 Piacenza Piacenza 0 (0)
Carriera da allenatore
1994-1995 600px Nero Bianco e Giallo.svg Zingonia
1996-1998 Giallo e Blu.png Orio
1999-2000 Giallo e Blu.png Orio
2002-2008 Bianco e Rosso.svg Casazza Giovanili
2008 AlbinoLeffe AlbinoLeffe Esordienti
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Amedeo Baldizzone (Genova, 2 maggio 1960) è un allenatore di calcio ed ex calciatore italiano, di ruolo difensore.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Cresce calcisticamente nell'Atalanta[1] con cui esordisce in serie A il 1º aprile 1979, nella sconfitta casalinga contro l'Inter.

Dopo 2 presenze nella massima serie, passa per un anno in prestito al Forlì in Serie C1. Tornato all'Atalanta nella stagione 1980-1981, gioca 36 partite in Serie B, ma la formazione orobica a fine stagione retrocede in Serie C1. Viene quindi acquistato dal Cagliari, che gli offre l'opportunità di giocare ancora nel massimo campionato italiano. Disputa 9 partite nel campionato di Serie A 1981-1982 prima di subire un gravissimo infortunio al ginocchio nel novembre 1981[2][3].

Dopo l'infortunio subisce tre interventi chirurgici[2], ma non riesce a tornare in campo, nonostante un trasferimento in Serie C2 al Piacenza[4], e a 25 anni conclude la sua carriera[2].

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Terminata forzatamente l'attività agonistica, diventa allenatore nelle scuole calcio e nelle serie inferiori del Bergamasco[2]. Nella stagione 1994-1995 guida lo Zingonia alla promozione in Seconda Categoria[5]; due anni dopo si ripete alla guida dell'Orio[5] che guida anche nella stagione successiva in Seconda Categoria. Alla fine di quest'ultima stagione (1997-1998) lascia l'Orio per farci ritorno due anni dopo (1999-2000) in Prima Categoria, dove però non riesce a salvare la squadra che retrocede in Seconda Categoria. Nel[2002 entra nello staff tecnico del Casazza Calcio, sempre in provincia di Bergamo[2]. Nel 2008 passa sulla panchina degli Esordienti Regionali dell'Albinoleffe[2], rimanendovi fino a dicembre[6], e nel gennaio successivo si trasferisce a Barcellona dove apre un'attività di ristorazione[6].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni provinciali[modifica | modifica wikitesto]

Terza Categoria: 2

Zingonia: 1994-1995
Orio: 1996-1997

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Almanacco Illustrato del Calcio 1979, pag.176
  2. ^ a b c d e f Football 100%, dicembre 2008, pag.3
  3. ^ Doppi ex Atalanta-Cagliari, tante le storie parallele Tuttomercatoweb.com
  4. ^ Rosa 1983-1984 Storiapiacenza1919.it
  5. ^ a b Annuario degli allenatori di calcio, Fondazione Museo del Calcio, febbraio 1998, pag.451
  6. ^ a b Zanica – Barcellona solo andata Albinoleffe.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]