Alleyway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Alleyway
Titolo originale アレイウェイ
Sviluppo Nintendo R&D1, Intelligent Systems
Pubblicazione Nintendo
Data di pubblicazione Game Boy
Giappone
21 aprile 1989

Stati Uniti
11 agosto 1989

Europa
28 settembre 1990
3DS Virtual Console
Stati Uniti
6 giugno 2011

Europa
7 giugno 2011
Giappone
3 agosto 2011
Genere Azione
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Game Boy
Distribuzione digitale Virtual Console
Supporto Cartuccia

Alleyway (アレイウェイ?) è un videogioco d'azione sviluppato da Nintendo e Intelligent Systems e pubblicato da Nintendo come titolo per Game Boy. È un clone di Breakout[1]. Fu rilasciato per la prima volta in Giappone nel 1989 più tardi nello stesso anno anche in Nord America e nel 1990 in Europa.

Il nome Alleyway, in italiano "corridoio", è un riferimento all'interno del gioco in merito alla navicella spaziale del giocatore (rappresentata da una sorta di racchetta) che vi deve passare attraverso.

L'obiettivo del gioco è di distruggere tutti i mattoni distruttibili in ogni livello usando una pallina e una racchetta rettangolare evitando di far cadere la palla in fondo allo schermo come in Breakout. La velocità della racchetta può essere regolata tenendo premuto il tasto B o A e il tasto direzione. La racchetta si può muovere solo in orizzontale a un'altezza prefissata. All'inizio di una nuova vita il giocatore può riposizionare la racchetta dove vuole sulla linea orizzontale prefissata. Quando rilasciata la palla incomincerà sempre con un angolo di 45° sopra la racchetta. È possibile perdere la pallina massimo 5 volte poi il gioco finisce. Un'ulteriore racchetta viene regalata ogni 1000 punti acquisiti fino a che non si superano i 10.000 punti. La pallina fa angoli solo di 15°, 30° e 45°.

Rispetto a Breakout aggiunge diverse caratteristiche includendo livelli alternativi, livelli bonus, e pericoli negli ultimi livelli. Mentre il gioco originale ha un protagonista indefinito, successivamente a livello internazionale il personaggio fu rimpiazziato con il noto Mario[1], personaggio della Nintendo. Inoltre ogni livello bonus (accessibile ogni quattro livelli) presenta sprite di personaggi o creature della serie Mario, tra cui Koopa Troopa, Calamako, Pianta Piranha, Pallottolo Bill, Goomba, Pesce Smack e Bowser.

Il gioco fu rilasciato con poca pubblicità, ricevendo punteggi bassi dai critici che lo comparavano a giochi come Arkanoid.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Matteo Bittanti, Super Mario Bros. videografia: La vera biografia non autorizzata, Game Power nº 22, novembre 1993, p. 42.