Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Alleyway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alleyway
videogioco
Titolo originale アレイウェイ
Piattaforma Game Boy
Data di pubblicazione Game Boy
Giappone 21 aprile 1989
Stati Uniti 11 agosto 1989
Europa 28 settembre 1990
3DS Virtual Console
Stati Uniti 6 giugno 2011
Europa 7 giugno 2011
Giappone 3 agosto 2011
Genere Azione
Sviluppo Nintendo R&D1, Intelligent Systems
Pubblicazione Nintendo
Modalità di gioco Giocatore singolo
Supporto Cartuccia
Distribuzione digitale Virtual Console

Alleyway (アレイウェイ?) è un videogioco d'azione sviluppato da Nintendo e Intelligent Systems e pubblicato da Nintendo come titolo per Game Boy. È un clone di Breakout[1]. Fu pubblicato per la prima volta in Giappone nel 1989 più tardi nello stesso anno anche in Nord America e nel 1990 in Europa.

Il nome Alleyway, in italiano "corridoio", è un riferimento all'interno del gioco in merito alla navicella spaziale del giocatore (rappresentata da una sorta di racchetta) che vi deve passare attraverso.

L'obiettivo del gioco è di distruggere tutti i mattoni distruttibili in ogni livello usando una pallina e una racchetta rettangolare evitando di far cadere la palla in fondo allo schermo come in Breakout. La velocità della racchetta può essere regolata tenendo premuto il tasto B o A e il tasto direzione. La racchetta si può muovere solo in orizzontale a un'altezza prefissata. All'inizio di una nuova vita il giocatore può riposizionare la racchetta dove vuole sulla linea orizzontale prefissata. Quando rilasciata la palla incomincerà sempre con un angolo di 45° sopra la racchetta. È possibile perdere la pallina massimo 5 volte poi il gioco finisce. Un'ulteriore racchetta viene regalata ogni 1000 punti acquisiti fino a che non si superano i 10.000 punti. La pallina fa angoli solo di 15°, 30° e 45°.

Rispetto a Breakout aggiunge diverse caratteristiche includendo livelli alternativi, livelli bonus, e pericoli negli ultimi livelli. Mentre il gioco originale ha un protagonista indefinito, successivamente a livello internazionale il personaggio fu rimpiazziato con il noto Mario[1], personaggio della Nintendo. Inoltre ogni livello bonus (accessibile ogni quattro livelli) presenta sprite di personaggi o creature della serie Mario, tra cui Koopa Troopa, Calamako, Pianta Piranha, Pallottolo Bill, Goomba, Pesce Smack e Bowser.

Il gioco uscì con poca pubblicità, ricevendo punteggi bassi dai critici che lo comparavano a giochi come Arkanoid[senza fonte].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Matteo Bittanti, Super Mario Bros. videografia: La vera biografia non autorizzata, Game Power nº 22, novembre 1993, p. 42.
Nintendo Portale Nintendo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Nintendo