Alessandro Grazian

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alessandro Grazian
Alessandro Grazian.jpg
Alessandro Grazian in concerto a Padova, 2012
NazionalitàItalia Italia
GenereMusica d'autore
Rock
Periodo di attività musicale1999 – in attività
Album pubblicati5
Studio4+ 2 ep
Live0
Raccolte0
Sito ufficiale

Alessandro Grazian (Padova, 9 luglio 1977) è un cantante, musicista, compositore e pittore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro Grazian nasce in provincia di Padova nel 1977.

Carriera musicale[modifica | modifica wikitesto]

Esordisce a livello internazionale nel 1999 al Festival Internazionale della Canzone Italiana d'Autore di Acquarossa (Svizzera), dove vince con la canzone Ammenda.

In seguito, dopo diverse esperienze musicali in band e in progetti per danza (come il disco Onde [1]del 2003), pubblica il primo disco nel 2005. Si tratta di Caduto, che esce per Trovarobato e Macaco Records con distribuzione Audioglobe. Con questo lavoro inaugura la collaborazione con il musicista Enrico Gabrielli (Afterhours, Mariposa), che lo coadiuverà anche nei due successivi album. Negli anni successivi si dedica anche al teatro, partecipando come musicista di scena ad alcuni spettacoli.[2]

Nell'aprile 2008 esce in free download l'EP Soffio di Nero, che anticipa la pubblicazione di un secondo album. A questo EP partecipa anche il polistrumentista Nicola Manzan (Bologna Violenta, Il Teatro degli Orrori). Nel maggio dello stesso anno esce Il dono - Artisti vari reinterpretano i Diaframma, un album tributo al gruppo storico fiorentino che vede la presenza, tra gli altri, di Grazian con il brano Fiore non sentirti sola.

Il 16 ottobre 2008 pubblica il secondo album, intitolato Indossai (Trovarobato). Il disco viene ben accolto dalla critica e diventa "disco della settimana" nel programma radiofonico Fahrenheit (Radio 3). Alla realizzazione dell'album partecipano numerosi ospiti, tra cui Emidio Clementi (Massimo Volume).[3]

Il 15 ottobre 2009 viene pubblicato un nuovo lavoro: si tratta di un EP intitolato L'abito e contenente 5 inediti.

Nel 2010 realizza la colonna sonora del film La prova dell'uovo di Pasquale Marino, finalista al Torino Film Festival. Anche nel 2011 Grazian si dedica alle colonne sonore, sempre con Marino: sue sono le musiche del cortometraggio L'estate che non viene, girato dal regista Pasquale Marino e in concorso al Festival di Cannes nella sezione "Cortometraggi".[4]

Nel novembre 2011 esce l'album tributo a Luigi Tenco, Sulle labbra di un altro, dove reinterpreta il brano Ballata dell'arte.[5]

Il 5 ottobre 2012 viene pubblicato per Ghost Records il terzo album in studio, dal titolo Armi, prodotto insieme a Leziero Rescigno degli Amor Fou.[5]

Nel 2014 collabora in veste di musicista al disco Occupo poco spazio di Nada e cura la produzione artistica e gli arrangiamenti del nuovo disco solista di Federico Fiumani intitolato “Un ricordo che vale 10 lire”.[6]

Nel gennaio 2015 viene pubblicato il quarto album in studio dal titolo "L'età più forte" che vanta tra le collaborazioni quella con Rodrigo D'Erasmo degli Afterhours.

Il 3 novembre 2017 esce l'album d'esordio di Torso Virile Colossale, un nuovo progetto musicale scritto e ideato da Alessandro Grazian interamente dedicato al cinema Peplum Italiano.[7]

Nel 2018 suona nell’album d’esordio della band Diva e collabora al disco ‘La storia è adesso’ di Cesare Malfatti [8]

L'11 gennaio 2019 esce l’album ‘Inexorable’ di Giulio Casale al quale Grazian partecipa in veste di musicista/produttore/arrangiatore di alcuni brani [9] e sempre per Casale nel 2019 cura la direzione musicale del suo spettacolo Teatrale 'Le Notti Bianche' (regia Marta Dalla Via) scrivendo le musiche originali di scena e curando tutti gli arrangiamenti.

Nel 2020 esce 'Pinocchio!', un album registrato dal vivo pubblicato da 19'40'' che vede Grazian nelle vesti di chitarrista dell'ensemble Esecutori di Metallo su Carta. Lo stesso anno in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari partecipa all'album tributo 'Rifilastrocche in cielo e in terra'.

Nel giugno del 2021 esce 'Fenici Miei', il nuovo singolo in vinile in edizione limitata di Torso Virile Colossale scritto, arrangiato e prodotto da Alessandro Grazian.

Attività di pittore e illustratore[modifica | modifica wikitesto]

Alessandro Grazian è attivo anche nel campo delle arti figurative: nel 2010 realizza è il progetto Ritratti da Grazian,[5] in cui il musicista veneto propone un'esibizione itinerante di ritratti ad olio di musicisti italiani indipendenti, tra cui Enrico Gabrielli, Pierpaolo Capovilla e Dente.

Nel 2018 realizza illustrazioni per il libro 'Populusque' (Quinlan editore) e per il libro 'Sacerdotesse, imperatrici e regine della musica' (Becco Giallo editore)

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2008 - Soffio di Nero - (Trovarobato)
  • 2009 - L'abito - (Trovarobato/Audioglobe)

Progetti paralleli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2003 - AG - Onde (RES/Silenzio Distribuzione)
  • 2017 - TORSO VIRILE COLOSSALE - Vol.1 - Che gli dei ti proteggano (AMS/BTF)
  • 2021- TORSO VIRILE COLOSSALE - FENICI MIEI (INRI CLASSIC/OVERDRIVE/DISCHIBERVISTI)

Partecipazioni a compilation[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AG - Onde, su Rockit.it. URL consultato il 19 giugno 2019.
  2. ^ Nati, ma sotto contraria stella, su Riviera Oggi, 19 febbraio 2008. URL consultato il 19 giugno 2019.
  3. ^ Edoardo Esposito- www.edo-design.com, Francesco Facconi- www.mdsol.it, Indossai - L'Isola della Musica Italiana, su www.lisolachenoncera.it. URL consultato il 19 giugno 2019.
  4. ^ L'Estate che non viene - 2011 - cortometraggi - film & docu, su Filmitalia. URL consultato il 19 giugno 2019.
  5. ^ a b c Alessandro Grazian – Armi | Recensione | SENTIREASCOLTARE
  6. ^ Federico Fiumani - Un ricordo che vale 10 lire, su Rockit.it. URL consultato il 19 giugno 2019.
  7. ^ Le storie del Peplum suonate da Torso Virile Colossale, su XL Repubblica.it. URL consultato il 19 giugno 2019.
  8. ^ Cesare Malfatti – La storia è adesso | Recensione, su sentireascoltare. URL consultato il 19 giugno 2019.
  9. ^ Rockol com s.r.l, √ Il vento “Inexorable” di Giulio Casale, su Rockol. URL consultato il 19 giugno 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Sito Ufficiale, su alessandrograzian.it. URL consultato il 19 novembre 2012 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2013).