Aerials

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la specialità del freestyle nota anche come "aerials", vedi Salti (freestyle).
Aerials
Erials.png
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaSystem of a Down
Tipo albumSingolo
Pubblicazione10 giugno 2002
Durata3:58
Album di provenienzaToxicity
GenereAlternative metal[1]
Hard rock[1]
EtichettaAmerican, Columbia
ProduttoreRick Rubin, Daron Malakian
Registrazione2000-2001, Cello Studios, Hollywood (California)
FormatiCD, 7"
System of a Down - cronologia
Singolo precedente
(2002)
Singolo successivo
(2005)

Aerials è un singolo del gruppo musicale statunitense System of a Down, pubblicato il 6 agosto 2002 come terzo estratto dal secondo album in studio Toxicity.

La canzone[modifica | modifica wikitesto]

Traccia conclusiva di Toxicity, Aerials è stata composta in tonalità di do minore. Shavo Odadjian e Daron Malakian hanno detto che il brano non è stato composto per avere un particolare significato. Comunque, in una recente intervista, Malakian dichiarò che il brano vuole interrogarsi su come un bambino disabile può vedere un trapezista e rimanerne affascinato, mentre le altre persone normali camminano tranquille e non si interessano dell'artista.[senza fonte] Quindi Aerials vuole parlare di come sono differenti i punti di vista a seconda delle diverse circostanze.

Cover[modifica | modifica wikitesto]

Una cover della canzone venne realizzata dal gruppo musicale svedese Amon Amarth, presente come traccia bonus della versione iTunes del loro ottavo album in studio Surtur Rising.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD promozionale (Australia, Germania, Regno Unito, Stati Uniti)
  1. Aerials – 3:57 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
CD singolo (Australia)
  1. Aerials – 3:58 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
  2. Toxicity (Live Version) – 4:41 (testo: Serj Tankian – musica: Shavo Odadjian, Daron Malakian)
  3. P.L.U.C.K. (Live) – 3:40 (testo: Serj Tankian – musica: Daron Malakian)
CD maxi-singolo (Germania)
  1. Aerials – 3:58 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
  2. Toxicity (Live) – 4:47 (testo: Serj Tankian – musica: Shavo Odadjian, Daron Malakian)
  3. Sugar (Live) – 4:04 (testo: Serj Tankian – musica: Shavo Odadjian, Daron Malakian)
  4. P.L.U.C.K. (Live) – 4:07 (testo: Serj Tankian – musica: Daron Malakian)
  5. Aerials (Live Video/DVD Version) (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
CD singolo (Regno Unito – parte 1)
  1. Aerials – 3:58 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
  2. Toxicity (Live) – 4:51 (testo: Serj Tankian – musica: Shavo Odadjian, Daron Malakian)
  3. P.L.U.C.K. (Live) – 4:09 (testo: Serj Tankian – musica: Daron Malakian)
  4. Aerials (Video) – 4:03 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
CD singolo (Regno Unito – parte 2)
  1. Aerials – 3:58 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
  2. Streamline (Album Version) – 3:39 (testo: Serj Tankian – musica: Serj Tankian, Daron Malakian)
  3. Sugar (Live) – 4:07 (testo: Serj Tankian – musica: Shavo Odadjian, Daron Malakian)
7" (Stati Uniti)
  • Lato A
  1. Aerials – 3:59 (testo: Serj Tankian, Daron Malakian – musica: Daron Malakian)
  • Lato B
  1. Snowblind (Album Version) – 4:40 (Ozzy Osbourne, Tony Iommi, Geezer Butler, Bill Ward)originariamente interpretata dai Black Sabbath

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2002) Posizione
massima
Australia[2] 36
Germania[2] 80
Stati Uniti[3] 55
Stati Uniti (alternative)[3] 1
Stati Uniti (mainstream rock)[3] 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Aerials, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ a b (NL) System Of A Down - Aerials, Ultratop. URL consultato il 1º dicembre 2014.
  3. ^ a b c (EN) Toxicity - System of a Down : Awards, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 4 ottobre 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Heavy metal Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal