Adtranz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Adtranz
Logo
Stato Germania Germania
Fondazione 1996
Chiusura 2001
Sede principale Berlino
Gruppo Daimler-Benz
DaimlerChrysler
Settore Trasporto
Prodotti sistemi ferrotranviari
Dipendenti 22.000 (1996)
Slogan «We speak railways»

ABB Daimler Benz Transportation e la successiva DaimlerChrysler Rail Systems furono joint-venture nell'ambito trasportistico ferroviario con il marchio Adtranz. La ABB Daimler Benz Transportation nel 1996 venne creata con l'unione della Asea Brown Boveri (ABB) e della Daimler-Benz. Con la recessione della ABB l'azienda diventò nel 1999 DaimlerChrysler Rail Systems. Nel 2001 venne venduta alla Bombardier.

Adtranz Peoplemover CX-100 (Bukit Panjang LRT, Singapore)
Adtranz tram Incentro (Nantes)
Adtranz treno regionale Itino (Erfurter Bahn)
Adtranz treno Crusaris (Regina, Svezia)
Adtranz locomotiva elettrica Octeon (MTAB IORE, Svezia)
Adtranz locomotiva diesel Blue Tiger (Prototipo)

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Premessa[modifica | modifica wikitesto]

La storia della ABB Daimler Benz Transportation sta nella accentramento delle aziende di costruzioni ferroviarie europee:

ABB Verkehrssysteme nel 1990 diventa parte della ABB, attraverso la fusione nel 1988 della svedese Allmänna Svenska Elektriska Aktiebolaget (ASEA), e della svizzera Brown, Boveri & Cie (BBC) assieme alla Henschel & Sohn. BBC acquisì nel 1967 la Maschinenfabrik Oerlikon (MFO).

La divisione trasportistica della Daimler-Benz nel 1985 come AEG Aktiengesellschaft fu chiamata AEG Schienenfahrzeuge con sede a Hennigsdorf e AEG Bahnfahrwegsysteme. La AEG Schienenfahrzeuge nel 1992 diventa parte della AEG Westinghouse Transport-Systeme, della quale faceva parte la tedesca orientale LEW Hennigsdorf. La AEG Bahnfahrwegsysteme nel 1994 faceva parte della casa madre AEG Aktiengesellschaft.

Adtranz Klasse 357 nella stazione Londra centrale

La AEG Westinghouse Transport-Systeme divisione ferroviaria della AEG Aktiengesellschaft, diventa nel 1988 fusa con la Westinghouse in AEG Westinghouse Transport-Systeme. AEG Westinghouse Transport-Systeme nella fabbrica di Berlino ovest sulla Nonnendammallee sviluppò i sistemi M-Bahn. Westinghouse si occupò principalmente di Peoplemover. AEG Westinghouse Transport-Systeme nel 1990 compra la MAN Gutehoffnungshütte Schienenverkehrstechnik della MAN SE e nel 1993 la svizzera von Roll.[1]

ABB Daimler Benz Transportation[modifica | modifica wikitesto]

L'unione di ABB Verkehrssysteme e la divisione della Daimler-Benz, sotto il marchio AEG, avviene il 1 gennaio 1996. La ABB Daimler Benz Transportation nasce sotto la casa madre Daimler-Benz. Con 22.000 dipenedenti in 40 paesi, ABB Daimler Benz Transportation è il gruppo più grande al mondo di sistemi di trasporto ferrotranviari.[2] L'Unione europea decide per la cessione della parte di AEG Kiepe, che produce sistemi leggeri, verso la O-Busse.[3]

Nel 1996 la ABB Daimler Benz Transportation acquisisce la Ingenieurgesellschaft für Verkehrsplanung und Verkehrssicherung (IVV) di Braunschweig, facendola diventare più tardi Adtranz Signal. Rolf Eckrodt nel 1998 diventa presidente della ABB Daimler Benz Transportation.

Nel novembre 1999 viene chiusa la fabbrica svizzera di Pratteln e Zürich Oerlikon. Dopo proteste il sito viene rinominato nel 2001 Railcor.[4]

DaimlerChrysler Rail Systems[modifica | modifica wikitesto]

Con il ritorno della ABB ai sistemi ferroviari, la ABB Daimler Benz Transportation il 1º luglio 1999 diventa DaimlerChrysler Rail Systems, detenuta al 100% dalla Daimler AG.

Vendita a Bombardier[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 agosto 2000 la DaimlerChrysler vende la Adtranz alla canadese Bombardier Transportation. Il 3 aprile 2001 la Commissione Europea esamina il caso[5] e nell'arco di un anno, decide di scorporare la sede di Berlino-Pankow, della Stadler Rail (50% Joint-Venture) come installazioni fisse, Balfour Beatty plc comprata dalla Balfour Beatty Rail GmbH del gruppo Balfour-Beatty-Rail-Gruppe.

Nel dicembre 2000 viene chiusa la fabbrica di Donauwörth, con 41 esuberi. La sede aveva 54 anni di storia come Waggon- und Maschinenbau GmbH (WMD). Più tardi viene acquisita dalla MBB. Dal 1991 la produzione era chiusa, esisteva ancora la parte di progettazione.[6]

A metà 2001 chiude la sede di Norimberga dove veniva costruito il 423/433 084.[7]

Marchio[modifica | modifica wikitesto]

Marchio su una targa di un treno della SEPTA. Nel mezzo il marchio ADtranz

ABB Daimler Benz Transportation utilizzò il marchio Corporate Identity della Landor Associates Adtranz,[8] dove la A e D sono le iniziali della ABB e della Daimler.[9] Nelle apparizioni pubbliche hanno assimilato il marchio come nome della società.[10]

Viene usata la notazione Adtranz con la d, ma il logo ufficiale ha la lettera maiuscola ADtranz. Lo slogan dell'azienda era ADtranz - we speak railways.[11]

Lista delle aziende componenti[modifica | modifica wikitesto]

Aziende della ABB[modifica | modifica wikitesto]

Aziende della AEG[modifica | modifica wikitesto]

ABB Daimler Benz Transportation[modifica | modifica wikitesto]

Alla ABB Daimler Benz Transportation appartengono:

Prodotti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AEG Westinghouse buying Swiss system - monorail business of Von Roll AG in Railway Age, gennaio 1993.
  2. ^ Meldung ABB Daimler-Benz heißt Adtranz In: Eisenbahntechnische Rundschau. 45, Nr. 1/2, 1996, S. 1.
  3. ^ 97/25/EG: Entscheidung der Kommission vom 18. Oktober 1995 über die Vereinbarkeit eines Zusammenschlusses mit dem Gemeinsamen Markt und der Funktionsfähigkeit des EWR-Abkommens in einem Verfahren nach der Verordnung (EWG) Nr. 4064/89 des Rates (Sache IV/M.580 - ABB/Daimler- Benz) (PDF; 135 kB), Amtsblatt der Europäischen Union Nr. L 011 vom 14. Januar 1997, S. 0001 - 0029.
  4. ^ Von Adtranz Pratteln zu Railcor AG. In: Eisenbahn-Revue International, Heft 4/2001, ISSN: 1421-2811, S. 168 f.
  5. ^ EU-Kommission genehmigt Adtranz-Übernahme unter Vorbehalten. In: Eisenbahn-Revue International, Heft 5/2001, ISSN: 1421-2811, S. 228.
  6. ^ Meldung „Aus“ für Standort Donauwörth. In: Eisenbahn-Revue International, Heft 2/2001, ISSN: 1421-2811, S. 57.
  7. ^ Meldung Aktuelles in Kürze. In: Eisenbahn-Revue International, Heft 7/2001, ISSN: 1421-2811, S. 292 f.
  8. ^ Registerauskunft des Deutschen Patent- und Markenamtes (DPMA) für Adtranz
  9. ^ ADtranz — Neue Corporate Identity und Namensentwicklung für ein führendes Bahntechnik-Unternehmen (PDF; 180 kB)
  10. ^ Adtranz in brief. URL consultato il 23. Januar 2011 (archiviato dall'url originale il 28 dicembre 1996).
    «The international railway group Adtranz is the world's most complete provider of railway systems. The group was legally formed on January 1, 1996 by merging the respective railway activities of Swiss-Swedish elecrical engineering group ABB, Zurich, Switzerland, and Daimler-Benz AG, Stuttgart, Germany.».
  11. ^ Registerauskunft des Deutschen Patent- und Markenamtes (DPMA) für den Slogan Adtranz - we speak railways
  12. ^ Daimler-Benz Aktiengesellschaft:Annual Report 1997 (PDF; 6,9 MB) p. 40
  13. ^ Adtranz: restructuring based on seven product lines in Railway Age, aprile 1998.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]