Westinghouse Electric

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Westinghouse Electric
Logo
Westinghouse Electric Company (1888 catalogue).jpg
Pianta degli stabilimenti di Pittsburgh (prima del 1888)
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Fondazione 1886 a Pittsburgh
Fondata da George Westinghouse
Chiusura 1999
Sede principale Monroeville
Settore Energia, trasporti
Prodotti apparecchiature elettriche civili e ferroviarie
Sito web

La Westinghouse Electric era una società americana costruttrice di apparecchiature elettriche civili e ferroviarie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società fu fondata da George Westinghouse nel 1886 con il nome di Westinghouse Electric Company, successivamente mutato in Westinghouse Electric Corporation.[1] George Westinghouse aveva fondata anche la Westinghouse Air Brake Company (WABCO) per la produzione di freni ad aria per le ferrovie.

La società si occupò sin dall'inizio della produzione e del trasporto di energia elettrica, e per fare questo George Westinghouse punto subito sull'alta tensione a corrente alternata[2]. Rivale acerrima della Westinghouse era la General Electric fondata da Thomas Edison, acceso sostenitore della corrente continua, e finanziata da John Pierpont Morgan.

Per illuminare Portland, Oregon, nel 1890 la Westinghouse costruì la centrale elettrica di Willamette, a 20 km di distanza dalla città, e conseguentemente installò il primo elettrodotto a lunga distanza, che copriva i 20 chilometri dalla cascata di Willamette a Portland. Si trattava di una linea a corrente alternata a una tensione di 4.000 volt che arrivava in città, dove un sistema di trasformatori riduceva la tensione a 100 volt, utilizzabili per l'illuminazione[2].

Nell'anno successivo la Westinghouse realizzò la centrale elettrica che doveva alimentare il motore di una miniera da 3.000 volt[motore "da" 3000 volt?][2].

Grazie al fatto che la corrente alternata richiedesse molto meno rame della corrente continua[In virtù di cosa?], e perciò permettesse di dimezzare i costi, la Westinghouse si aggiudicò l'appalto dell'illuminazione alla Esposizione Colombiana di Chicago del 1893 contro la rivale General Electric. A questo scopo la Westinghouse costruì quella che in quel momento era la più grande centrale elettrica a corrente alternata del mondo, formata da sei coppie di generatori da 500 cavalli vapore, progettata dal più brillante ingegnere della Westinghouse, Nikola Tesla[3].

Nel 1896 la Westinghouse realizzò il primo grande elettrodotto, per collegare la centrale installata alle cascate del Niagara con la città di Buffalo (New York), distante 40 km.

Produsse il primo turbojet americano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Steam Hammer, Westinghouse Works, 1904, su World Digital Library, 1904-05. URL consultato il 28 luglio 2013.
  2. ^ a b c Franco Palumberi, Lungo ciclo di Westinghouse nel secolo della guerra elettrica su Lotta Comunista, luglio-agosto 2017
  3. ^ Maury Klein, ''The power makers, 2008

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN152640241 · LCCN: (ENn79100436 · ISNI: (EN0000 0001 2187 3933 · GND: (DE4065797-8 · BNF: (FRcb11880710k (data) · ULAN: (EN500333097