Balfour Beatty

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Balfour Beatty Rail S.p.A.
Logo
Stato Regno Unito Regno Unito
Forma societaria Società per azioni
ISIN GB0000961622
Fondazione 1872
Fondata da George Balfour e Andrew Beatty
Sede principale Londra
Filiali Italia, Grecia, Portogallo, Venezuela
Persone chiave Ian Tyler (Presidente)
Settore ingegneria, costruzioni
Prodotti Impianti per vie di comunicazione
Fatturato 128 milioni di (2005)
Slogan «Building the future»
Sito web

Balfour Beatty Rail S.p.A. è un'azienda operante nel campo dell'ingegneria e delle costruzioni ed è specializzata nella progettazione, gestione, installazione e messa in servizio di sistemi per l'elettrificazione ferroviaria, a livello nazionale ed internazionale. La società ha iniziato ad operare in Italia nel 1926, anno di fondazione della SAE (Società Anonima Elettrificazione)[1], realizzando l'elettrificazione della linea Bolzano - Brennero. La società italiana è attualmente composta da un organico di circa 300 persone; le filiali contano all'incirca 700 dipendenti totali.

La holding, facente capo a Londra, è stata fondata nell'omonima città nel 1872 da George Balfour e Andrew Beatty entrambi ingegneri londinesi. In oltre 100 anni di attività, la Balfour Beatty Rail ha elettrificato oltre 40.000 km di linee ferroviarie in Italia e all'estero. Ha contribuito e contribuisce tuttora all'ammodernamento di impianti ferroviari e alla costruzione di sistemi ad alta velocità, per il trasporto urbano e metropolitano. La sede italiana ha cambiato più volte ragione sociale: dapprima ABB, poi ABB SAE e ancora ABB SAE SADELMI.

Balfour Beatty Rail S.p.A. ha registrato, nel 2005, un fatturato di 128 milioni di Euro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Storia della SAE, saepowerlines.com.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità ISNI: (EN0000 0001 1033 6710