Accipiter cirrocephalus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Sparviere dal collare
Accipiter cirrocephalus - Collared Sparrowhawk.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Accipitriformes
Famiglia Accipitridae
Sottofamiglia Accipitrinae
Genere Accipiter
Specie A. cirrocephalus
Nomenclatura binomiale
Accipiter cirrocephalus
(Vieillot, 1817)

Lo sparviere dal collare (Accipiter cirrocephalus (Vieillot, 1817)) è un uccello rapace della famiglia degli Accipitridi diffuso in Australia e Nuova Guinea[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dimensioni[modifica | modifica wikitesto]

Misura 27–38 cm di lunghezza, per un peso di 100-156 g nel maschio e di 162-300 g nella femmina; l'apertura alare è di 53–77 cm[3].

Aspetto[modifica | modifica wikitesto]

Questo uccello di modeste dimensioni possiede ali dalle estremità appuntite e lunghe zampe filiformi. Rispetto all'astore bruno (Accipiter fasciatus), con cui condivide lo stesso areale, ha ali più ricurve, una coda squadrata dotata di tacche, una testa più piccola, occhi di colore giallo brillante e zampe gialle sottili dal dito medio più lungo. Il maschio adulto presenta una testa grigia e un collare rosso sulla nuca. Le parti superiori sono grigio-ardesia o sfumate di marrone. Sulla coda vi sono barre sottili. Le parti inferiori sono interamente barrate di bianco e rosso. In volo, viste dal basso, le barre rosse delle parti inferiori sono particolarmente visibili, così come le estremità grigie delle remiganti. Nella femmina adulta, le strisce delle parti inferiori sono più evidenti e appaiono più marroni in volo. I giovani hanno parti superiori marroni striate o punteggiate di bianco con dei bordi rossi. Le loro parti inferiori sono biancastre, con gola e petto fortemente striati di scuro. L'addome è barrato di rosso, così come i calzari[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Esemplare nel Queensland sud-orientale.

Lo sparviere dal collare procede con battiti d'ala a scatti. Quando volteggia, l'ala è tenuta piatta o a malapena incurvata. Quando scivola in aria, l'estremità dell'ala viene raddrizzata. Le coppie si impegnano in numerose acrobazie durante il periodo delle parate nuziali. Gli esemplari dell'Australia Meridionale sono migratori. Durante l'inverno australe, lasciano i loro siti di nidificazione e si dirigono a nord verso latitudini più miti[3].

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta è costituita soprattutto da piccoli uccelli come pigliamosche, melifagidi, cardellini e pappagalli, ma consuma anche molti invertebrati, specialmente insetti. Integra il menu con piccole lucertole e piccoli mammiferi. È un cacciatore particolarmente attivo, che si scaglia a gran velocità sulle sue prede[3].

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Lo sparviere dal collare costruisce il nido, una piccola piattaforma fatta di rami, a grande altezza sugli alberi. Il periodo di nidificazione ha luogo durante la primavera e l'estate dell'emisfero australe, più o meno da fine settembre/ottobre fino a marzo. In media la covata è costituita da tre o quattro uova, ma non è raro trovare anche covate che ne contengono due o cinque. Il periodo di incubazione dura da 35 a 37 giorni[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questo rapace di medie dimensioni frequenta le foreste, le gravine e le gole boscose, le savane arbustive, le boscaglie e le zone urbane, fino a 2500 metri di altitudine, anche se la sua densità è maggiore al di sotto dei 1000 metri. Frequenta generalmente l'interno delle foreste, ma è presente ugualmente ai loro margini e nelle radure. Lo sparviere dal collare è endemico del continente australiano, della Tasmania, della Nuova Guinea e delle piccole isole circostanti (isole Aru, Tanimbar e Selaru). In Australia, è presente soprattutto nelle regioni meridionali (Perth e stati di Victoria e Nuovo Galles del Sud, da Melbourne a Sydney)[3].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Ne vengono riconosciute ufficialmente due sottospecie[2]:

  • A. c. papuanus (Rothschild e Hartert, 1913), diffusa in Nuova Guinea e isole vicine;
  • A. c. cirrocephalus (Vieillot, 1817), diffusa in Australia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) BirdLife International 2016, Accipiter cirrocephalus, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2018.2, IUCN, 2018. URL consultato il 4 settembre 2018.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Accipitridae, in IOC World Bird Names (ver 9.1), International Ornithologists’ Union, 2019. URL consultato il 4 settembre 2018.
  3. ^ a b c d e f (EN) Collared Sparrowhawk (Accipiter cirrocephalus), su hbw.com. URL consultato il 4 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli