Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Abtolemus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abtolemus (in ebraico: אבטולמוס?, Avtolemus; greco: Εὔτολμος) (Zippori, II secolo) era un saggio ebreo, rabbino Tanna della 3ª generazione (110 – 135 e.v.).

Jose ben Halafta fu suo discepolo. Viene citato nella Mishnah e Tosefta, avvalorando la Legge ebraica della Halakhah con l'autorità dei "Cinque Anziani".[1]

Alcuni storici sono dell'opinione che Abtolemus sia da identificare con Abtolemus ben Reuben citato nel Talmud babilonese:

« Ad Abtolemus ben Reuben invece fu consentito di tagliarsi i capelli alla moda gentilizia,[2] siccome era in stretto contatto con i reali. »

(Bavli, Trattato Bava Kamma, 83a.)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Talmud, Erubin, Cap. 2:11
  2. ^ (ebraico: קומי, Kommi), Moda dei gentili al momento: rasati dalla fronte fino al mezzo della testa e capelli dal mezzo della testa fino alla nuca.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]