Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Jose ben Judah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Jose ben Judah (o Rabbi Jose figlio di Rabbi Judah; in ebraico: רבי יוסי ברבי יהודה?, lett. Rabbi Yossi beRabbi [figlio di Rabbi] Yehuda) (Israele, II secolo – ...) era un rinomato saggio ebreo, rabbino Tanna della 5ª generazione (170 - 200 e.v.),[1] principalmente noto per le sue dispute con Judah il Principe[2].

Uno dei suoi detti rimane controverso, dove Jose insiste che il proselita deve dimostrare la sua volontà di accettare i precetti dei saggi anche nella loro capacità di interpreti della Legge.[3] Jose, come suo padre Judah ben 'Ilai, grazie anche agli insegnamenti di quest'ultimo, fu depositario di molte antiche tradizioni che appaiono nella letteratura col suo nome.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Rabbi Yose b. Yehudah" | רבי יוסי בן יהודה, Saggi del Talmud.
  2. ^ a b JOSE B. JUDAH (EN)
  3. ^ Tosefta, Demai, ii. 5; Sifra, Lev. xix. 34.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Jewish Encyclopedia, New York, Funk and Wagnalls, 1901–1906.

JE cita la seguente bibliografia:
  • Weiss, Dor;
  • Bacher, Ag. Tan. ii. 417-421.