Yaqut

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Yāqūt ʿAbd Allāh al-Rūmī al-Hamawī (Hama, 1179Aleppo, 1229) è stato un geografo e biografo siriano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato in Siria, famoso per i suoi scritti enciclopedici sul mondo islamico, Yāqūt al-Hamawī (arabo: ياقوت الحموي الرومي‎) portava anche la nisba "al-Rūmī" che gli derivava dall'essere forse originario del mondo bizantino (Rum significa appunto "bizantino" in arabo), mentre "al-Hamawī" significava che era nativo della città di Hama (ma, in altri casi, poteva anche significare che chi portava quella nisba era stato, o era, residente in essa).

Il nome Yāqūt (ma il suo vero nome sembra fosse ʿAbd al-Raḥmān) significa invece Giacinto, gli derivava dalla sua originaria condizione di schiavo,[1] che dal suo primo padrone (che lo portò con sé a Baghdad) ebbe il permesso di dedicarsi agli studi di geografia.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Yāqūt fu acquistato come schiavo da qualcuno che poi si trasferì a Baghdad (Iraq). Qui si sposò ed ebbe numerosi figli e nel 1199 il padrone, che ne aveva riconosciuto qualità e meriti, lo affrancò dopo avergli assicurato una buona istruzione. Da uomo libero, Yāqūt cominciò quindi a intraprendere numerosi viaggi, spinto dalla sua curiosità e dalla sua volontà di conoscenza, recandosi in Oman, nell'Iran nord-occidentale, in Egitto, Palestina e tornando in Siria, spingendosi fino all'Asia centrale, nelle zone dell'attuale Uzbekistan.

Yāqūt acquisì in tal modo un'apprezzabile capacità di copiare e vendere manoscritti a quanti glieli commissionavano.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Kitāb muʿjam al-buldān (معجم البلدان, "Dizionario delle contrade")
  • Muʿjam al-udabāʾ' , (معجم الادباء, "Dizionario dei letterati") redatto nel 1226.
  • al-Mushtarak waḍʿā wa al-muftaraq saʿqā ( المشترک وضعا و المفترق صعقا ), versione edita nel 1845 da Ferdinand Wüstenfeld.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nomi di fiori o di profumi erano di norma attribuiti a schiavi e a eunuchi.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 5728728 LCCN: n84172872