Hyacinthus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hyacinthus
Hyacinthus orientalis0.jpg
Hyacinthus orientalis
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Asparagales
Famiglia Liliaceae
Genere Hyacinthus
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Asparagaceae
Sottofamiglia Scilloideae
Tribù Hyacintheae
Specie
  • Vedi testo

Hyacinthus è un genere di piante della famiglia delle Asparagaceae[1], (già incluso nelle Liliaceae), originario del mediterraneo orientale Asia minore e regioni tropicali africane.

Il nome del genere deriva dal personaggio mitologico Giacinto, il ragazzo amato e successivamente ucciso per errore dal dio Apollo.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Comprende specie bulbose con numerose varietà dalle ricche infiorescenze coloratissime e profumate, presentano un bulbo arrotondato, tunicato, che produce pochi bulbetti; tra le specie coltivate e in parte inselvatichite ricordiamo il Hyacinthus orientalis L. dalle foglie nastriformi con i fiori riuniti in un unico racemo, con colori vari dal ceruleo, azzurro-cupo, al bianco, roseo o giallo.

Specie[modifica | modifica sorgente]

Il genere Hyacinthus comprende le seguenti specie:[2]

In floricoltura per motivi pratici, si distinguono i giacinti in diversi gruppi:

  • Giacinto romano: con il bulbo ricoperto da una pellicola bianca, ha due-tre fusti per bulbo, con foglie piccole lineari e fiori bianco-verdastri campanulati, molto profumati, precoce si presta alla forzatura
  • Giacinto italiano: con cultivar a fiore bianco, lilla o violaceo, e con il bulbo ricoperto da una pellicola violacea, semi-tardivo
  • Giacinto olandese: ibridi derivati dal Hyacinthus orientalis a fiori grandi riuniti fittamente in una infiorescenza, semplici o doppi, dai vari colori, tardivo

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

Hyacinthus orientalis

La coltivazione del giacinto richiede terreno di medio impasto, misto a sabbia, ricco di humus, fresco, ben concimato e lavorato in profondità; nella coltivazione ln vaso per la forzatura si usa terriccio composto per metà da terra argillo-silicea, un quinto di sabbia e il resto terricciato maturo di letame, con temperature intorno ai 13-14 °C in assenza di luce fino alla fioritura e poi a 17 °C in piena luce.

La moltiplicazione avviene per mezzo di bulbilli.

Una distesa di giacinti in fiore

Avversità[modifica | modifica sorgente]

Infiorescenze di giacinto orientale
  • Afide verde del pesco adulti e larve dell'emittero Myzodes persicae Sulz. si sviluppano come ospiti secondari in primavera-estate, a spese delle parti epigee, in autunno-inverno torna come ospite primario su varie specie di Prunus
  • Mosca dei bulbi le larve del dittero Eumerus strigatus Fall. penetrano nei bulbi divorandoli
  • Anguillula dei bulbi e dello stelo l'attacco del nematode Ditylenchus dipsaci (Kühn) Goodey provocano fenomeni di rachitismo, contorsioni e alterazioni dello sviluppo dello stelo, distorsioni e raggrinzamenti fogliari, formazione di noduli a margini giallastri sulle foglie; all'interno dei bulbi causa piccole macchie brunastre, e sulle tuniche esterne strisce nerastre; causa frequentemente anche il marciume dei tessuti
  • Funghi:
    • Marciume l'attacco di Botrytis hyacinthi Westerd. et van Beyma, favorito dal ristagno idrico, provoca sulle parti epigee e sul bulbo maculature grigiastre su cui possono evidenziarsi piccoli sclerozi nerastri
    • Nerume dei bulbi le piante attaccate da Sclerotinia bulborum (Wakker) Rehm, presentano ingiallimento e appassimento delle foglie, che seguono all'imbrunimento e marciume del bulbo, su cui si evidenziano sclerozi nerastri
  • Batteri:
    • Giallume dei bulbi l'attacco di Pseudomonas hyacinthi E. F. Smith, provoca macchie giallo-brunastre sulle foglie che disseccano rapidamente, causando inoltre il rammollimento e l'imputridimento del bulbo
    • Marciume putrido l'attacco di Bacterium carotovorum Jones, noto anche come Marciume molle dei bulbi causa nelle parti interne del bulbo, la disintegrazione dei tessuti che assumono un aspetto brunastro, con conseguente ingiallimento e morte delle parti epigee
    • Morbo bianco i bulbi colpiti da Bacillus hyacinthi-septicus Heinz, presentano decomposizione dei tessuti che si trasformano in una massa putrescente, con ingiallimento e disseccamento fogliare
  • Fasciazione e distorsione l'attacco virale provoca danni rilevanti sullo stelo florale, con infiorescenze gravemente compromesse.

Usi[modifica | modifica sorgente]

  • Nei giardini per aiuole e bordi fioriti, o industrialmente per la produzione forzata di piante fiorite per decorare gli appartamenti nella stagione invernale
  • L'essenza di giacinto viene utilizzata in profumeria.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III in Botanical Journal of the Linnean Society, vol. 161, n. 2, 2009, pp. 105–121. DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00996.x. URL consultato il 18 aprile 2011.
  2. ^ Hyacinthus in The Plant List. URL consultato il 27 febbraio 2014.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica