Xanthorrhoea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Xanthorrhoea
Xanthorrhoea johnsonii 01.jpg
Xanthorrhoea johnsonii
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Liliidae
Ordine Liliales
Famiglia Xanthorrhoeaceae
Genere Xanthorrhoea
Sm., 1798
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Monocotiledoni
Ordine Asparagales
Famiglia Xanthorrhoeaceae
Sottofamiglia Xanthorrhoeoideae
Chase, Reveal & Fay, 2009
Specie

vedi testo

Xanthorrhoea Sm., 1798 è un genere di piante monocotiledoni della famiglia Xanthorrhoeaceae, endemico dell'Australia.
È l'unico genere della sottofamiglia Xanthorrhoeoideae.[1]

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Il nome del genere deriva dal greco xanthos (ξανθος) = giallo e rhoia (ροία) = flusso, in riferimento alla resina gialla prodotta da queste piante.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Il "tronco" delle Xanthorrhoea è un anello cavo delimitato dai residui delle basi foliari.

Comprende specie perenni il cui fusto, sotterraneo in alcune specie, alto fino a 7 m in altre, è delimitato dall'accumulo dei residui delle basi foliari attorno al vero e proprio tessuto meristematico secondario; alla base delle foglie, aghiformi, lunghe 30-140 cm, sono presenti delle ghiandole che secernono una resina vegetale aromatica, che compatta i residui foliari, costituendo una barriera impermeabile all'aria, all'acqua e anche al fuoco.[2]
I fiori sono riuniti in una lunga infiorescenza a spiga che in alcune specie può raggiungere la lunghezza di alcuni metri. La fioritura, che avviene in diversi periodi a seconda delle specie, può essere stimolata dagli incendi.[3]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Comprende le seguenti specie:[4]

Usi[modifica | modifica sorgente]

Dagli arbusti di varie specie di Xanthorrhoea (X. quadrangulata, X. australis, X. arborea) viene estratta la scialacca, una resina vegetale di colore giallastro, tradizionalmente utilizzata dagli aborigeni australiani come adesivo per la riparazione di oggetti[5], e attualmente impiegata per la creazione di vernici e lacche e per la realizzazione di fuochi pirotecnici[6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chase MW, Reveal JL, Fay MF, A subfamilial classification for the expanded asparagalean families Amaryllidaceae, Asparagaceae and Xanthorrhoeaceae in Botanical Journal of the Linnean Society 2009; 161(2): 132–136, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00999.x.
  2. ^ Xanthorrhoea australis in Flora of Tasmania.
  3. ^ Gill AM and Ingwersen F, Growth of Xanthorrhoea australis R.Br. in Relation to Fire in Journal of Applied Ecology 1976; 13(1): 195-203.
  4. ^ Xanthorrhoea in The Plant List. URL consultato il 23 maggio 2013.
  5. ^ Allen R, Grass trees or Yacca (Xanthorrhoea spp.) in Woodgroup SA Knowledge. URL consultato il 24 maggio 2013.
  6. ^ De Francesco T., Manuale pratico per la fabbricazione dei fuochi artificiali, Torino, G. Lavagnolo Editore.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]