Vladimir Petrovič Vetčinkin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Vladimir Petrovič Vetčinkin (in russo: Владимир Петрович Ветчинкин[?]; Kutno, 29 giugno 1888, 17 giugno del calendario giuliano[1]Mosca, 6 marzo 1950) è stato uno scienziato sovietico.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un ufficiale, nacque nel 1888 a Kutno, in Polonia, all'epoca nell'Impero russo. Concluse nel 1915 gli studi alla Scuola tecnica imperiale, dove fu l'allievo prediletto di Nikolaj Žukovskij, di cui è spesso considerato l'erede e con cui collaborò sia nel Laboratorio di aerodinamica della Scuola tecnica, sia nella costituzione, nel 1918, dell'Istituto centrale di aeroidrodinamica (TsAGI).

Fin dal 1914 Vetčinkin aveva lavorato con Anatolij Ufimcev ad un impianto eolico ad alto rendimento per la produzione di energia elettrica, e per sostenere questo tipo di lavoro Žukovskij costituì allo TsAGI un Reparto aeromotori, che nel 1929, a Kursk, realizzò un generatore eolico da otto kilowatt. Per conservare l'energia durante l'assenza di vento veniva utilizzato un volano di 360 chilogrammi posto in una camera a vuoto[2].

Dal 1921 Vetčinkin tenne conferenze sulla missilistica e i viaggi spaziali, nel 1923 divenne professore all'Accademia di Ingegneria Aeronautica Militare Žukovskij e tra il 1925 e il 1927 effettuò studi sugli aerei a reazione e prese parte all'attività dell'Istituto di ricerca sui motori a reazione.

Il 26 gennaio 1926 il Dipartimento tecnico-scientifico del Consiglio superiore di economia statale (VSNCh) gli commissionò una relazione su un manoscritto di Jurij Kondratjuk dal titolo O mežplanetnych putešestvijach (in russo: О межпланетных путешествиях[?], Sui viaggi interplanetari). Nel testo lo studioso, fino ad allora sconosciuto, arrivava autonomamente alle conclusioni di Ciolkovskij e si spingeva oltre. Vetčinkin riconobbe il talento di Kondratjuk e insistette per convocarlo a Mosca.

Successivamente, Vetčinkin portò avanti allo TsAGI studi nel campo della dinamica dei voli missilistici.

Morì a Mosca nel 1950.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ordine della Bandiera rossa del Lavoro (2) - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Bandiera rossa del Lavoro (2)
Ordine della Stella Rossa - nastrino per uniforme ordinaria Ordine della Stella Rossa
Premio Stalin - nastrino per uniforme ordinaria Premio Stalin
— 1943

Altre onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Nell'Impero russo il calendario gregoriano venne introdotto solo il 14 febbraio 1918.
  2. ^ (RU) Анатолий Георгиевич Уфимцев. Old-kursk.ru.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (RU) N. Loginov, Выдающийся советский ученый. Aviacija i kosmonavtika n° 6, 1963, pp. 29-30.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]