Uno dei tanti/Cara cara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Uno dei tanti/Cara cara
Artista Joe Sentieri
Tipo album Singolo
Pubblicazione 1961
Dischi 1
Tracce 2
Genere Musica leggera
Etichetta Dischi Ricordi SRL 10-218
Joe Sentieri - cronologia
Singolo precedente
(1961)
Singolo successivo
(1962)

Uno dei tanti/Cara cara è un 45 giri di Joe Sentieri, pubblicato nel 1961.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

Il disco venne pubblicato dalla Dischi Ricordi in due versioni: nella prima in copertina era raffigurato il cantante, mentre nella seconda vi era il disegno di alcune persone per i quattro lati della copertina, in grigio tranne uno in rosa (a rappresentare la canzone sul lato A, Uno dei tanti).

Uno dei tanti[modifica | modifica sorgente]

Scritta da Mogol e Carlo Donida Labati, la canzone venne anche incisa poco tempo dopo da Tony Dallara e Gian Costello.

Uno dei tanti ha goduto - e gode tuttora - di una straordinaria popolarità soprattutto negli USA: tradotta in inglese da Jerry Leiber e Mike Stoller, e intitolata I (Who Have Nothing), è stata interpretata, nel corso degli anni, da un considerevole numero di artisti.

Il primo a proporla, nel 1963, fu Ben E. King (il celeberrimo cantante di Stand by Me); grazie al successo ottenuto, il brano è entrato stabilmente nel repertorio dei cantanti soul e rhythm and blues.

Tra le molte versioni disponibili, oltre a quella di Ben E. King, ricordiamo gli Status Quo (1966), Linda Jones (1968), Tom Jones (1970), Pasha Hristova (1971), Roberta Flack e Donny Hathaway (1972), Sylvester (1979), Manfred Mann's Earthband (1979), Shirley Bassey (1980), Luther Vandross e Martha Wash (1991), Neil Diamond (1993), Gladys Knight (1998), Joe Cocker (2004) e Jordin Sparks (2007), Irene Fornaciari, Kerry Ellis e Brian May (2012).

Cara cara[modifica | modifica sorgente]

Scritta da Alberto Testa per le parole e da Giulio Compare e Rinaldo Cozzoli per la musica, la canzone fu presentata con successo da Sentieri a Canzonissima.

Il testo, ironico, racconta la vicenda di un uomo che per convincere una ragazza ad andare a ballare con lui, le dichiara di essersi tagliato i capelli.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Lato A
  1. Uno dei tanti
Lato B
  1. Cara cara

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica