Una discesa nel Maelström

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una discesa nel Maelström
Titolo originale A Descent into the Maelström
Altri titoli La discesa del Maelström, Ritorno dall'incubo, Una discesa nel Moskoe-ström
Maelstrom-Clarke.jpg
Una rappresentazione artistica di Harry Clarke del 1919 per Una discesa nel Maelström
Autore Edgar Allan Poe
1ª ed. originale 1841
Genere racconto
Lingua originale inglese

Una discesa nel Maelström (A Descent into the Maelström) è un racconto dello scrittore statunitense Edgar Allan Poe, scritto nel 1833 e pubblicato nel 1841.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di pescatori norvegesi con la loro barca si imbatte in una improvvisa e violenta tempesta. La piccola imbarcazione viene sospinta dai flutti delle onde al centro di un immenso vortice perenne presente in quella zona, chiamato maelström.

Per i pescatori è impossibile sfuggire a quel fenomeno naturale: una volta che si viene attirati verso il centro, infatti, si apre un abisso a forma di cono, che scaraventa la barca sul fondale con incredibile violenza.

I marinai vengono risucchiati dal vortice, ma uno di loro si salva miracolosamente aggrappandosi a un barile vuoto, fino a quando il vortice non si chiude. Sospinto dalle correnti, il pescatore riesce a giungere a riva.

Dopo quell'esperienza, il protagonista è profondamente mutato dal punto di vista psicologico e fisico, tanto da subire un precoce e inevitabile invecchiamento.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]