Manoscritto trovato in una bottiglia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Manoscritto trovato in una bottiglia
Titolo originale MS. Found in a Bottle
MS Found in a Bottle Wogel.JPG
Autore Edgar Allan Poe
1ª ed. originale 1832
Genere racconto
Sottogenere horror
Lingua originale inglese

Manoscritto trovato in una bottiglia (in lingua inglese MS. Found in a Bottle) è un racconto breve scritto da Edgar Allan Poe e pubblicato per la prima volta il 19 ottobre 1833 sul Baltimore Saturday Visiter, vincendo un premio di 50 dollari indetto dallo stesso periodico[1]. La storia segue il narratore senza nome lungo un suo viaggio in mare, questi viene presto a trovarsi immerso in una serie di circostante strane e terribili ad un tempo: mentre si sta avvicinando a morte sicura, con la nave che rapidamente si dirige verso sud, comincia a scrivere un manoscritto per raccontare quello che gli sta accadendo.

Pagina della publicazione originale.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il protagonista racconta di un suo viaggio da Giava verso le isole della Sonda. Allontanato dalla famiglia salpa come passeggero a bordo di un nave da carico; dopo alcuni giorni di viaggio una sera l'imbarcazione, trovatasi fino ad allora nel bel mezzo della bonaccia, si trova investita improvvisamente da una tempesta, rovesciandola e mandando così tutti tranne il narratore ed un vecchio svedese in pasto ai pesci. Le onde spazzano subito via l'equipaggio.

Passano alcuni giorni e, spinta sempre più verso il Polo Sud, il sole gradualmente perde i suoi raggi finendo per spegnersi, mentre il mare in tempesta stranamente non produce più schiuma né la fosforescenza tipica delle acque tropicali. La nave vaga nelle tenebre, minacciata da onde gigantesche.

Alla fine, sopra una di queste immense onde, scorge un gigantesco galeone nero il quale, precipitando, catapulta il protagonista sopra la misteriosa nave. Subito si nasconde ma l'equipaggio, formato da uomini decrepiti, pare non accorgersi della sua presenza. Abituatosi alla vita nella nave-prigione fantasma, sempre più sospinta verso l'estremo sud dalle correnti, inizia a compilare un memoriale manoscritto che si chiude poco prima che la nave venga inghiottita da un vortice. Il manoscritto sarà ritrovato all'interno di una bottiglia.

Edizioni[modifica | modifica sorgente]

  • Edgar Allan Poe, Il pozzo e il pendolo e altri racconti, traduzione di Elio Vittorini e Delfino Cinelli, Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 2001. ISBN 88-04-49530-8

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Edgar Allan Poe, Il pozzo e il pendolo e altri racconti, traduzione di Elio Vittorini e Delfino Cinelli, Milano, Arnoldo Mondadori Editore, 2001, pag. XVI-XVII

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Kenneth Silverman, Edgar A. Poe: Mournful and Never-ending Remembrance, New York, Harper Perennial, 1991. ISBN 0-06-092331-8

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura