Tokyo Sky Tree

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.

Coordinate: 35°42′36.5″N 139°48′39″E / 35.710139°N 139.810833°E35.710139; 139.810833

Tokyo Sky Tree
東京スカイツリー
Tokyo Sky Tree 2012.JPG
La Tokyo Sky Tree nel maggio 2012
Ubicazione
Stato Giappone Giappone
Località Tokyo
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione 14 luglio 2008-29 febbraio 2012
Inaugurazione 22 maggio 2012
Uso Torre per telecomunicazioni
Torre panoramica
Altezza Antenna/guglia: 634 m
Tetto: 495 m
Ultimo piano: 451 m
Ascensori 13
Realizzazione
Costo ¥ 65 miliardi[1]
Architetto Tadao Ando, Kiichi Sumikawa
Ingegnere Nikken Sekkei Ltd.
Appaltatore Ferrovie Tōbu
Proprietario Tobu Tower Skytree Co. Ltd.
 

La Tokyo Sky Tree (東京スカイツリー Tōkyō Sukai Tsurī?) è una torre per telecomunicazioni e panoramica che sorge a Sumida, quartiere speciale di Tokyo, in Giappone. È diventata la torre più alta del territorio giapponese a partire dal 2010[2]. La torre ha raggiunto la massima altezza di 634 metri nel marzo 2011, diventando la torre più alta al mondo battendo il precedente record della Canton Tower, e diventando la seconda struttura artificiale più alta al mondo dopo il Burj Khalifa[2]. La struttura è stata completata il 29 febbraio 2012[3].

Per gli stessi scopi di radiodiffusione era stata costruita nel 1958 la Tokyo Tower, alta 333 m e dal design ispirato alla Tour Eiffel, la quale però non è oggi sufficientemente alta per garantire la copertura del segnale nella città, a causa dei molti grattacieli costruiti successivamente nel centro della capitale giapponese[4].

Il progetto, ideato dell'architetto Tadao Ando e dello scultore Kiichi Sumikawa[5], è stato commissionato da un gruppo di sei emittenti terrestri con a capo l'emittente pubblico giapponese (NHK), guidati dalla Ferrovie Tōbu s.p.a.[6] e costituisce il fulcro di un nuovo grande sviluppo commerciale, con negozi, ristoranti e belvedere, equidistante dalle stazioni di Narihirabashi e di Oshiage[7]. Il 22 maggio 2012 la torre è stata finalmente aperta al pubblico[8].

Costruzione[modifica | modifica sorgente]

Il 14 luglio 2008 prendono ufficialmente il via i lavori con una cerimonia tenuta dalla Ferrovie Tōbu s.p.a. per costruire quella che sarà la torre di trasmissione più alta al mondo. La torre sorgerà nel quartiere di Sumida e sarà la nuova postazione della NHK e di altre cinque emittenti commerciali che trasmetteranno sia in analogico che in digitale[9]. Il progetto iniziale viene modificato e da un'altezza prevista di 610 m[9] si passa a 634 m per via di un gioco di parole giapponese (garoawase) in cui il numero 634 si legge Mu-sa-shi, antico nome della regione nella quale è situata[10].

Schema delle torri più alte al mondo.

Il 24 aprile 2010 nel parco a tema della Tōbu World Square di Nikkō a Tochigi viene eretta un replica in scala 1:25 della Tokyo Sky Tree[11]. L'11 settembre la torre raggiunge i 465 m d'altezza superando l'ormai smantellato Trasmettitore Omega Tsushima che raggiungeva i 451 m d'altezza[12]. Il 20 novembre due mass damper del peso complessivo di 100 tonnellate vengono piazzati temporaneamente una volta raggiunti i 497 m per evitare oscillazioni o cedimenti[13][14], mentre il 1º dicembre raggiunge la quota di 511 m d'altezza venendo dotata di un altro sistema di antivibrazione agganciato a un parafulmine, e vengono posizionate le prime antenne per la radiodiffusione. La torre cresce di 12 m alla settimana, con l'inaugurazione prevista nella primavera del 2012[15]. Il 16 dicembre il Ministro giapponese degli Affari Interni e delle Comunicazioni dà l'autorizzazione alla NHK e ad altre cinque emittenti di Tokyo di installare le proprie antenne per la radiodiffusione sulla torre, e due giorni dopo, il 18 dicembre, la prima antenna per la trasmissione del segnale digitale terrestre viene installata[16].

Il 1º marzo 2011 la torre raggiunge la quota record di 601 m d'altezza, superando di un metro la Canton Tower e diventando la torre più alta del mondo[17]. Il 18 marzo la torre raggiunge la sua altezza finale di 634 m alle ore 13.34 giapponesi. La torre aveva subito un'accurata ispezione subito dopo il terremoto dell'11 marzo non riportando danni e assicurando la bontà del progetto[18]. Il 23 maggio inizia la fase di smantellamento delle quattro gru occorse per la costruzione che si protrae fino a giugno dello stesso anno[19]. Il 17 novembre la Tokyo Sky Tree viene ufficialmente riconosciuta dal Guinness dei primati come la più alta torre autoportante del mondo, in una cerimonia tenutasi presso l'Hotel Tobu Levant Tokyo. Michiaki Suzuki, presidente della Compagnia Tobu Sky Tree Tower, ha dichiarato che uno degli scopi della costruzione della torre è quello di far conoscere al mondo la cultura e la tecnologia giapponese, così come il fascino della vicina area di Tokyo[20].

Il 29 febbraio 2012 la torre viene completata, con un ritardo di due mesi rispetto alla data prevista a causa di un ritardo delle forniture dovuto al terremoto e al maremoto dell'11 marzo 2011. La costruzione ha impiegato 580 000 operai per essere completata, con un costo complessivo di 65 miliardi di yen (circa 630 milioni di euro)[1]. Il 2 marzo viene tenuta una cerimonia ufficiale per festeggiare il completamento della torre, officiata da un sacerdote kannushi alla presenza di 70 persone, tra membri della Tōbu, costruttori e responsabili delle emittenti[21][22]. Il 22 maggio la Tokyo Sky Tree apre ufficialmente al pubblico dopo quattro anni di lavori[8].

Design[modifica | modifica sorgente]

Le sezioni trasversali della torre formano un triangolo equilatero al suolo che gradualmente diventa circolare a 320 m di altezza

Illuminazione della Sky Tree

Iki.
Myabi.

Il progetto è stato presentato il 24 novembre 2006, basato su tre concetti chiave[23]:

  • Fusione del design classico giapponese ed uno stile futuristico
  • Catalizzatore per una rivitalizzazione della città
  • Contribuzione alla prevenzione dei disastri

La torre ha una base di forma piramidale triangolare, ma a partire dall'altezza di 350 m la struttura si affusola assumendo una forma cilindrica per meglio sopportare i venti molto forti che si formano a quelle altezze[24]. Sono presenti punti di osservazione a 350 m, con una capacità massima di 2000 persone, e a 450 m, con una capacità di 900 persone[25]. L'osservatorio superiore è caratterizzato da una copertura di vetro a spirale in cui i visitatori, attraverso una passeggiata panoramica, possono salire di altri cinque metri accedendo al punto più alto della piattaforma superiore. Una look down window (una sezione di pavimento in vetro) offre ai visitatori una vista diretta verso le strade sottostanti[25].

Resistenza ai terremoti[modifica | modifica sorgente]

La torre ha una struttura antisismica e include un'anima centrale in cemento armato. Il pilastro portante principale è attaccato alla struttura esterna della torre a 125 m di altezza. Da lì fino ai 375 m il pilastro è collegato alla torre per mezzo di un sistema idraulico che funge da ammortizzatore durante un terremoto. Secondo i preogettisti, questo sistema è in grado di assorbire fino al 50 % dell'energia proveniente da un terremoto[26].

Colore[modifica | modifica sorgente]

Il traliccio esterno è verniciato con un colore denominato ufficialmente "Sky Tree White". Si tratta di un colore originale basato su un colore tradizionale giapponese chiamato aijiro (藍白?)[27].

Illuminazione[modifica | modifica sorgente]

Il progetto di illuminazione è stato presentato il 16 ottobre 2009. Due modelli di illuminazione azzurro Iki (chic, alla moda) e viola Miyabi (eleganza, raffinatezza) saranno utilizzati alternativamente ogni giorno. La torre è illuminata con luci a LED[28].

Scelta del nome[29][modifica | modifica sorgente]

Da ottobre a novembre 2007, è stato indetto un sondaggio pubblico per scegliere il nome da dare alla torre. Il 19 marzo 2008, una commissione ha scelto i sei nomi finalisti: Tōkyō Sukaitsurī (東京 スカイ ツリー Tokyo Sky Tree?, Albero del cielo), Tōkyō Edo Tawa (东京 EDO タワー Tokyo Edo Tower?), Raijingu Tawa (ライジング タワー Torre crescente?), Mirai Tawa (みらい タワー Torre del futuro?), Yumemi Yagura (ゆめみ やぐら Belvedere da sogno?), Raijingu Īsuto Tawa (ライジング イースト タワー Torre del Sol Levante?). Il nome ufficiale è stato annunciato il 10 giugno 2008 con la scelta che è ricaduta sul nome "Tokyo Sky Tree". Il nome ha ricevuto circa 33 mila voti (30%) su 110 mila votanti, mentre il secondo nome più popolare è stato "Tokyo Edo Tower". Dal momento che il nome scelto è in giapponese, che non ha spazi tra le parole, non è possibile dire se il vero nome sia "Tokyo Skytree" o "Tokyo Sky Tree". Il sito ufficiale lo trascrive senza spazio come "Skytree", ma la versione del logo è chiaramente trascritta come "SKY TREE". L'altezza di 634 metri è stato decisa per essere facile da ricordare. I caratteri mu (6), sa (3), shi (4) formano la parola "Musashi", un antico nome della regione in cui si trova la Tokyo Sky Tree[10].

Radiodiffusione[modifica | modifica sorgente]

Visuale dal basso della Tokyo Sky Tree.

La principale funzione della Tokyo Sky Tree è la diffusione radio-televisiva a livello regionale[30].

Emittenti televisive[modifica | modifica sorgente]

Stazioni radiofoniche[modifica | modifica sorgente]

Apertura[modifica | modifica sorgente]

Con l'approssimarsi dell'apertura al pubblico della Sky Tree, coloro che ottennero i primi biglietti rimasero in fila per un'intera settimana[31]. Una volta aperta, i posti disponibili rimasero sold-out per i primi due mesi di attività[31]. Il giorno dell'apertura furono decine di migliaia le persone che, nonostante la pioggia impediva loro la vista dal ponte di osservazione, visitarono la torre. I venti forti costrinsero anche due ascensori a chiudere, lasciando alcuni visitatori momentaneamente bloccati su una piattaforma di osservazione[25].

Secondo la Tōbu, 1,6 milioni di persone hanno visitato la Sky Tree nella prima settimana. Residenti locali hanno riferito che l'afflusso di visitatori ha causato disturbo alla quiete della comunità e fino ad ora, ha generato poco beneficio economico per il territorio locale[32].

Mascotte[20][modifica | modifica sorgente]

Come è consuetudine in Giappone al giorno d'oggi, anche la Tokyo Sky Tree ha una sua mascotte, chiamata Sorakara-chan, che significa "figlia dal cielo".

Il personale della torre veste uniformi speciali progettate dal premiato designer di moda, Akira Minagawa. Lo stile della divisa tenterà di trasmettere sia il senso della natura così come i progressi tecnologici e le ambizioni future che la Tokyo Sky Tree incarna. Otto diverse uniformi sono stati progettati per le diverse tipologie di personale, che comprende guide, addetti alle informazioni, il personale addetto ai biglietti e quello alle pulizie, con i due colori predonimanti della Sky Tree: blu per il cielo e il verde che rappresenta gli alberi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) Japan finishes world's tallest communications tower in AFP. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  2. ^ a b (EN) World's tallest tower is now in Tokyo, The Christian Science Monitor. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  3. ^ (EN) Tokyo Sky Tree construction work finished, The Asashi Shimbum. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  4. ^ (EN) Half century on, Tokyo Tower still dazzles as landmark, The Japan Times. URL consultato il 28 ottobre 2012.
  5. ^ Danni, Agenzia Nazionale per le nuove tecnoligie, l'energia e lo sviluppo eco-sostenibile. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  6. ^ (EN) Offering a wide range of services on the largest private rail system in the Kanto region, Tobu Railway Co. Ltd.. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  7. ^ Tokyo SkyTree – La nascita di una nuova città in GO TOKYO. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  8. ^ a b (JA) 事業概要 in Tokyo Sky Tree Home. URL consultato il 2 settembre 2011.
  9. ^ a b (EN) Tokyo Sky Tree construction starts in The Japan Times, 15 luglio 2008. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  10. ^ a b (EN) Tower's developers considered several figures before finally settling on 634 in The Japan Times. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  11. ^ (EN) Nothing very little about this miniature in TV Asahi. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  12. ^ (JA) スカイツリー、実はようやく日本一…461mに in Yomiuri Online. URL consultato il 31 ottobre 2012 (archiviato dall'url originale il ).
  13. ^ (JA) 総重量は約100トン。制振装置が塔体の最頂部へ in Obayashi.com. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  14. ^ (JA) 東京スカイツリー® のつくり方「制振装置のあるゲイン塔頂部をつく in Obayashi.com. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  15. ^ (EN) Tokyo Sky Tree tops 500 meters during construction in News on Japan. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  16. ^ (JA) 東京スカイツリーへの放送局の無線設備の設置に向けた変更許可について in Kanto Bureau of Telecommunications. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  17. ^ (EN) Tokyo Sky Tree tops 600 meters, becoming world's tallest tower in Vip Catalog. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  18. ^ (JA) スカイツリー、634メートルに到達 完成時の高さに in Walker Plus News. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  19. ^  Smantellamento gru. Yomiuri Online. URL consultato in data 31 ottobre 2012.
  20. ^ a b (EN) Tokyo Sky Tree Now Officially The Tallest Free-Standing Tower In The World in Japanverse. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  21. ^ (JA) 東京スカイツリータウン®の竣工式を行いました5月22日(火)のグランドオープンを目指し、鋭意準備を進めてまいります in Tōbu. URL consultato il 31 ottobre 2012.
  22. ^  Sobana Damodaran. Completion ceremony for Tokyo Sky Tree. Ntv7, 2 marzo 2012. URL consultato in data 31 ottobre 2012.
  23. ^ (EN) About the Tokyo Sky Tree in Tokyo Sky Tree Offcial Website. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  24. ^ (EN) Tokyo Sky Tree, Japan in Designbuild Network. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  25. ^ a b c (EN) High winds mar opening of Tokyo's Skytree tower in BBC. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  26. ^ Hiroko Nakata: Tokyo Sky Tree opener looms large, The Japan Times. URL consultato il 21 febbraio 2012.
  27. ^ Color Design in Tokyo Sky Tree, Japan, Tobu Railway Co., 2008. URL consultato il 7 giugno 2011.
  28. ^ (EN) Lighting Design in Tokyo Sky Tree Official Website. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  29. ^ (EN) Japan's Sky Tree tower gets its own promotional perfume in BBC. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  30. ^ (EN) Be on Top of the World at Tokyo Skytree in Window on Japan. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  31. ^ a b (EN) Tokyo Skytree: The World’s Tallest Tower, By the Numbers in Time. URL consultato il 29 ottobre 2012.
  32. ^ (EN) Skytree a mixed blessing for locals in The Japan Times. URL consultato il 29 ottobre 2012.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]