Tielman Susato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tielman Susato (o Tilman, Tylman, Tielmann) (1510/15 ca – Stoccolma, 1570 circa) è stato un compositore ed editore musicale fiammingo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Originario probabilmente di Soest in Germania ("Susato" significherebbe propriamente "di Soest"), poco si conosce della sua gioventù. Comincia ad apparire negli archivi della città di Anversa a partire dal 1530, quando lavorava in qualità di calligrafo e musicista: possedeva all'epoca una tromba e un flauto. Dal 1543 alla morte fu editore di musica, primo fra gli olandesi. Poco dopo la sua attività, affiancata a quella di Pierre Phalèse (a Lovanio) e a quella di Christophe Plantin, sempre ad Anversa, creò un vero e proprio centro tipografico in terra fiamminga. La sua attività fu rilevata dal figlio, che morì però poco dopo, nel 1564.

La sua attività di compositore fu molto prolifica: scrisse (e pubblicò) messe e mottetti nel tipico stile polifonico-imitativo del suo tempo; scrisse inoltre due libri di canzoni dedicate a cantanti giovani o inesperti, comprendenti brani a due o tre voci. Scrisse anche molta musica strumentale, gran parte della quale è tuttora eseguita. Pubblicato nel 1551 è il suo Het derde musyck boexken ... alderhande danserye che contiene ogni sorta di danza (allemande, gagliarde, gighe ecc.), basate su canti popolari della sua epoca. Dedicò molti suoi brani a compositori suoi contemporanei (ad esempio Manchicourt o Crecquillon) e stimolò molto la circolazione di musica, essendo, fra l'altro, il primo editore di un grande musicista come Orlando di Lasso e pubblicando i 159 Souterliedekens di Jacob Clemens non Papa (1556-1557).

Bergeret Sans Roch, composta nel 1550 ca.

Esecuzioni[modifica | modifica wikitesto]

Alcune composizioni sono state eseguite, in epoca contemporanea, dai Madrigalisti di Genova e, riarrangiate, dai Blackmore's Night nell'album Shadow of the Moon[1].

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Keith Polk, Tielman Susato and the Music of His Time. Print Culture, Compositional Technique and Instrumental Music in the Renaissance. Hillsdale/N.Y., Pendragon Press 2005, ISBN 1-57647-106-3 (partly online)
  • Gustave Reese, Music in the Renaissance. New York, W.W. Norton & Co., 1954. (ISBN 0-393-09530-4)
  • Voci "Printing and publishing of music" e "Tielman Susato" in The New Grove Dictionary of Music and Musicians, ed. Stanley Sadie. 20 vol. London, Macmillan Publishers Ltd., 1980. (ISBN 1-56159-174-2)
  • Kristine K. Forney, "New Documents on the Life of Tielman Susato, Sixteenth-Century Music Printer and Musician," Revue belge de Musicologie/Belgisch Tijdschrift voor Muziekwetenschap, Vol. 36/38, (1982 - 1984), pp. 18-52

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jerry Bloom, Ritchie Blackmore. La biografia non autorizzata, 2013, Tsunami Edizioni, ISBN 978-88-96131-49-7 - pag.317

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 280466455 LCCN: n81014113