Thuja occidentalis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Tuia occidentale
Thuja occidentalis1.jpg
Thuja occidentalis
Stato di conservazione
Status iucn2.3 LC it.svg
Basso rischio (lc)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Cupressaceae
Genere Thuja
Specie T. occidentalis
Nomenclatura binomiale
Thuja occidentalis
L., 1753
Thuja occidentalis.

La tuia occidentale (Thuja occidentalis, L. 1753) è una specie del genere Thuja, conifera della famiglia delle Cupressaceae originaria del Nord America e del Canada. È stata introdotta solo lo scorso secolo a scopo ornamentale.

Si tratta di un albero sempreverde con la chioma piramidale, alta fino a 15 m, corteccia dei rami fibrosa di colore verde scuro sulla parte superiore e verde-giallastro su quella inferiore. I rametti leggermente appiattiti, con la superficie superiore diversa da quella inferiore, disposti sullo stesso piano a formare delle strutture ventagliformi orizzontali e se strofinati emettono un intenso profumo di frutta. I corpi fruttiferi ovaloidi, bislunghi e di colore rosso-brunastri con 6-8 squame ad apice liscio. I fiori sono diclini, piccoli i maschili e colorati i femminili. La fioritura avviene nei mesi di marzo e aprile e i fiori raggiungono i 10-15 mm di lunghezza. La Thuja contiene tannini, oli essenziali e flavonoidi.

La Thuja si adatta soprattutto ai climi freddi, ecco perché il suo habitat naturale si trova negli stati nordici dell'America, e predilige terreni argillosi e calcarei. Fu utilizzata per la prima volta da Nicolas Lemery, esponente della chimica francese del XVII secolo, che ne descrisse le proprietà e gli effetti antielmintici dell'olio essenziale in essa contenuto.

Le foglie e i rami raccolti venivano bolliti nel lardo in modo da ottenere una soluzione utilizzata dagli Indiani d'America per alleviare dolori articolari e muscolari, malaria, tosse, gotta e reumatismi.

Uso in omeopatia[modifica | modifica sorgente]

In Omeopatia la Thuja è una pianta molto conosciuta ed è utilizzata per i seguenti principali disturbi sia psicologici che fisici: irritabilità, forte impazienza, pessimismo e ansietà, insonnia, forti emicranie, verruche su tutto il corpo (poiché l'olio è marcatamente virostatico), macchie cutanee e nei, unghie fragili, predisposizione a vene varricose, sudorazione accompagnata da un odore molto forte, predisposizione a polipi, infezioni ed infiammazioni dell'apparato urinario (cistiti), dolori addominali e mestruali e stipsi. Viene utilizzata, in alternanza con Sulphur (un non metallo e un importante costituente degli organismi viventi), nelle forme dolorose da processo artrosico diffuso, sensazione di rigidità della colonna con parestesie agli arti e senso di debolezza. Le foglie e i rami della Thuja vengono raccolti durante il periodo di fioritura, essiccati, tritati e fatti macerare nell'alcol in modo da ottenere la soluzione finale, la Tintura Madre.

Sintomi[modifica | modifica sorgente]

I sintomi che richiedono l'utilizzo della Thuja si riscontrano sia in età giovane sia in età adulta. La formazione di verruche si sviluppa soprattutto su una pelle giovane a contatto con altri corpi e quindi più esposta a virus. In età adolescenziale si può presentare l'obesità, la cute del viso grassa e acneica, capelli fragili e secchi, sudorazione abbondante e repentini sbalzi di temperatura corporea. Negli adulti i sintomi sono molto simili , ma più accentuati. Comparsa di rughe precoci, fragilità delle unghie e malattie cutanee genitali, come i condilomi. I sintomi si aggravano di mattina, di pomeriggio e di notte con sbalzi di temperatura continui, dopo aver mangiato cibi particolarmente acidi e dopo grandi sforzi fisici. Possono invece migliorare grazie ad un clima temperato, sudando e con l'esposizione al sole.

Questa è una descrizione generale della terapia. Rivolgersi ad un Omeopata per l'assunzione del rimedio della Thuja Occidentalis poiché la validità di questa terapia non è stata dimostrata col metodo scientifico.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica