The Cabinet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'allora WWE Champion JBL (a destra) con Orlando Jordan (a sinistra) nel 2005.

The Cabinet (Il Gabinetto di Stato) è stata una stable heel attiva nella WWE, che fece parte del roster di SmackDown. I suoi principali componenti erano John Bradshaw Layfield (leader della formazione), Orlando Jordan, Doug Basham e Danny Basham, e la diva Amy Weber come manager del gruppo. Questo team debuttò ufficialmente il 5 agosto del 2004.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tutto cominciò quando John Layfield acquisì la gimmick del magnate di Wall Street di origini texane, divenendo JBL (acronimo di John Bradshaw Layfield), e si ritrovò catapultato nel main event di SmackDown. Entrò così in faida con l'allora WWE Champion, il compianto Eddie Guerrero: i due si affronteranno prima a Judgment Day 2004, in uno scontro sanguinolento vinto da Guerrero per squalifica, e poi a The Great American Bash 2004, dove JBL riuscirà a vincere il WWE Championship in maniera controversa. Bradshaw si trova così a difendere il WWE Championship da wrestler dotati di una considerevole mole, come The Undertaker e Big Show, come da altri wrestler desiderosi di strappargli il titolo, tra cui lo stesso Eddie Guerrero e Booker T.

Per far ciò, il texano si avvarrà dell'aiuto (irregolare) della sua squadra, il Cabinet ("Cabinet" in inglese vuol dire Gabinetto di Governo), formatosi nell'agosto del 2004, arruolando prima Orlando Jordan e poi il tag team di Danny e Dough Basham, ovvero i Basham Brothers, servendosi di loro per mantenere il WWE Championship per quasi un anno. Inizialmente, il Cabinet comprende anche Amy Weber, che tuttavia abbandonerà in sordina nel febbraio del 2005. Sotto la guida di JBL, Orlando Jordan conquisterà il WWE United States Championship contro John Cena il 3 marzo, ma il suo regno si concluderà ingloriosamente a SummerSlam 2005, quando Chris Benoit lo sconfiggerà in soli 25 secondi. Doug e Danny Basham conquisteranno invece il WWE Tag Team Championship in un fatal four-way elimination match avuto luogo il 13 gennaio, e che includeva oltre a loro le coppie di Rey Mysterio e Rob Van Dam, Eddie Guerrero e Booker T, e Luther Reigns e Mark Jindrak. I titoli di coppia verranno poi persi a No Way Out 2005 contro Eddie Guerrero e Rey Mysterio. JBL sarà poi sconfitto miseramente a WrestleMania 21, dall'avversario con il quale aveva instaurato poco prima una rivalità (nei primi mesi del 2005), John Cena, colui che mette così fine al primato di Layfield. Anche dopo un rematch fra i due, valido per il titolo, a Judgment Day 2005, JBL non riuscirà a riconquistare il WWE Championship.

Con la perdita del WWE Championship e la sua mancata riconquista, la squadra di JBL vivrà un netto declino: i Basham Brothers abbandoneranno il gruppo il 16 giugno del 2005, dicendo di essere stufi dello sfruttamento a cui erano sottoposti da Bradshaw; due settimane dopo, si scioglieranno forzatamente a causa del trasferimento della Draft Lottery di Danny Basham a Raw. Con la perdita di tre dei suoi cinque componenti iniziali, il Cabinet può dirsi ufficiosamente sciolto, ma all'inizio del 2006 JBL invita Jillian Hall a fargli da assistente negli incontri. A WrestleMania 22 Bradshaw inizia un nuovo periodo di relativa ascesa conquistando lo U.S. Championship a Chris Benoit. Ma il texano non si accontenta ancora: ambisce anche a conquistare il World Heavyweight Championship, che è detenuto da Rey Mysterio (personaggio con cui esisteva da due anni una certa rivalità); non riesce però a sconfiggerlo, e, in seguito, perde lo U.S. Championship in un match contro Bobby Lashley. Il 26 maggio 2006, quando chiede una rivincita contro Rey Misterio, questi gliela concede a condizione che, se il texano perderà, dovrà abbandonare il ring di SmackDown. Il match viene vinto da Rey, e JBL è costretto ad abbandonare SmackDown tra l'esultanza della folla per l'addio dell'odiato personaggio dopo due anni di predominanza nel roster blu.

In realtà, JBL si era seriamente infortunato alla schiena prima di Judgement Day, e fu tutto orchestrato in modo da permettergli di lasciare le scene senza dichiarare ufficialmente il suo infortunio. Bradshaw continuò comunque a presenziare a SmackDown come commentatore per circa un anno, sostituendo Tazz, che stava per diventare il commentatore della nuova edizione dell'ECW ricreata dalla WWE. OJ sarà il più fedele alleato di JBL; infatti rimarrà fino allo scioglimento completo della stable ovvero fino al 26 maggio 2006, quando verrà ufficialmente licenziato dalla federazione in concomitanza con il ritiro di Bradshaw dal ring.

Sebbene JBL sia poi tornato a calcare il ring nel 2007, non ha manifestato il desiderio di ricostruirsi una squadra personale, e da allora ha sempre agito come lupo solitario fino al suo definitivo ritiro nel 2009, poco dopo WrestleMania XXV.

Membri[modifica | modifica sorgente]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling