Suspense

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'omonimo film del 1961, vedi Suspense (film).

La suspense (pronuncia inglese[?·info] [səˈspɛns], in francese [sœsˈpɛns(ə), sys-][1]; termine inglese derivante dal francese suspens [sys'pɑ̃] "sospeso" ed entrato anche in francese come anglicismo) è un particolare sentimento di incertezza e ansietà verso i risultati di determinate azioni, molto spesso riferito alle percezioni del pubblico in un'opera drammatica. La suspense, quindi è un sentimento d'attesa che si percepisce durante tutto il racconto e si "scioglie" lentamente. L'effetto sorpresa è un evento improvviso che ribalta la situazione in modo inaspettato. Spesso suspense ed effetto sorpresa si fondono nel racconto.

È uno strumento narrativo tipico del giallo e in particolare del genere thriller, ma anche dell'horror: l'autore stimola continuamente la partecipazione del lettore (o spettatore), proponendo ad esempio possibili piste per lo svolgimento della trama. L'avvenimento narrativo che scioglie la tensione generata dalla suspense è la risoluzione del mistero, che di solito avviene in maniera totalmente razionale, senza dettagli in sospeso o nodi da sciogliere.

Sia nella letteratura, sia nel cinema, la suspense viene costruita nel corso della narrazione, sino a raggiungere la cosiddetta Spannung, grazie agli accorgimenti tipici del genere: l'accavallamento di più intrecci, personaggi che operano nell'ombra, o, nel caso del cinema, i temi musicali ad effetto, le scene al ralenti e i cliffhanger: Alfred Hitchcock, maestro del thriller, ha introdotto l'espediente del MacGuffin che oltre a dare dinamicità alla trama, genera nello spettatore una certa dose di suspense.

La suspense non è tuttavia esclusiva della finzione e può anzi scatenarsi in qualsiasi situazione reale in cui ci si avvicina a un importante evento o a un momento drammatico, e dove la tensione è parte della situazione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Léon Warnant, Orthographe et prononciation en français, Louvain-la-Neuve, Duculot, 1996.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]