Superlicenza FIA

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Superlicenza FIA (FIA Super Licence) è una qualifica necessaria per partecipare quale pilota a un Gran Premio di Formula 1[1]. La licenza è attribuita dalla FIA, a seguito di richiesta.

È stata introdotta come requisito necessario nel 1984.[2]

Concessione della licenza[modifica | modifica wikitesto]

Al fine di ottenere tale licenza il pilota dev'essere già in possesso della FIA International Grade A licence[3] e, inoltre, ottemperare alle altre richieste, legate a risultati sportivi, decretate dal codice sportivo internazionale, emanato dalla FIA stessa, all'appendice L. Tale appendice stabiliva che poteva ottenere la licenza chi era campione in carica in talune categorie motoristiche inferiori, come i campionati di Formula 3 inglese, italiana e giapponese e F3 Euro Series. Anche la vittoria nel campionato della GP2 Series attribuiva tale diritto. Poteva ottenere la licenza anche chi aveva ottenuto risultati significativi, senza essere diventato campione: per esempio ne aveva diritto il pilota che terminava a podio per cinque volte negli ultimi due campionati della GP2.

Riforma per la stagione 2016[modifica | modifica wikitesto]

Per la stagione 2016[4], anche a seguito delle polemiche sorte in merito all'ingaggio del diciassettenne Max Verstappen da parte della Scuderia Toro Rosso per la stagione di F1,[5][6] la Federazione ha modificato il metodo per la concessione della Superlicenza, ponendo un limite minimo d'età (18 anni) e stabilendo che il richiedente debba ottenere determinati risultati nella categorie inferiori alla F1 nei tre anni precedenti alla richiesta, che comportino l'ottenimento di 40 punti, secondo quando stabilito da una particolare tabella.

Il pilota deve possedere una patente di guida valida e viene sottoposto a un test sulla sua conoscenza del regolamento del campionato mondiale di F1.[7]

Tabella dei punteggi[modifica | modifica wikitesto]

Campionato Posizione in classifica finale
 1°   2°   3°   4°   5°   6°   7°   8°   9°   10° 
Formula 2[8] 60 50 40 30 20 10 8 6 4 3
GP2 Series 50 40 30 20 10 8 6 4 3 2
Formula 3 europea
Campionato del Mondo Endurance FIA (LMP1)
IndyCar Series
40 30 20 10 8 6 4 3 2 1
GP3 Series
Formula Renault 3.5 Series
30 20 15 10 7 5 3 2 1
Super Formula 20 15 10 7 5 3 2 1
Formula 3
Formula 4[9]
10 7 5 2 1
Formula Renault (EuroCup, ALPS e NEC) 5 3 1

Penalità[modifica | modifica wikitesto]

I commissari di gara possono infliggere dei punti di penalità sulla licenza di un pilota a seguito di infrazioni. Al raggiungimento di 12 punti di penalità il pilota viene automaticamente sospeso per il successivo evento. I punti di penalità vengono cancellati dopo 12 mesi dalla loro attribuzione.[10]

Nazionalità del pilota[modifica | modifica wikitesto]

La nazionalità che appare sulla licenza concessa al pilota è la stessa del suo passaporto. Non è necessario che sia la stessa del Paese in cui la licenza di corsa è stata emessa. In caso di un pilota con più di una cittadinanza, egli ha la scelta della nazionalità con cui correre.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Art.4.1 del regolamento FIA Formula One World Championship. (EN) Licenses, driving protocol and penalties. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  2. ^ (EN) Sid Watkins, Life At The Limit, 1997 [1996], p. 211, ISBN 0330351397. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  3. ^ Art.5.1.1 del APPENDIX L TO THE INTERNATIONAL SPORTING CODE. APPENDIX L TO THE INTERNATIONAL SPORTING CODE. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  4. ^ Sezione MODIFICATIONS FOR 2016 del APPENDIX L TO THE INTERNATIONAL SPORTING CODE. APPENDIX L TO THE INTERNATIONAL SPORTING CODE. URL consultato il 9 gennaio 2015.
  5. ^ Franco Nugnes, Villeneuve: "La F.1 è roba da uomini, non da bambini!", omnicorse.it, 20 dicembre 2014. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  6. ^ Matteo Nugnes, Todt: "Verstappen è troppo giovane per la Formula 1", omnicorse.it, 17 dicembre 2014. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  7. ^ (FR) Olivier Ferret, F1 - Super licence à points, toutes les modalités, nextgen-auto.com, 6 gennaio 2015. URL consultato l'8 gennaio 2015.
  8. ^ Il campionato di Formula 2 annunciato dalla FIA non è stato ancora regolato.
  9. ^ Per i campionati di F3 e F4 si intendono quelli a livello nazionale
  10. ^ Art.4.2 del regolamento FIA Formula One World Championship.(EN) Licenses, driving protocol and penalties. URL consultato il 9 gennaio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1