Spalax graecus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Spalace della Bucovina[1]
Immagine di Spalax graecus mancante
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[2]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Rodentia
Sottordine Myomorpha
Superfamiglia Muroidea
Famiglia Spalacidae
Sottofamiglia Spalacinae
Genere Spalax
Specie S. graecus
Nomenclatura binomiale
Spalax graecus
Nehring, 1898

Lo spalace della Bucovina (Spalax graecus Nehring, 1898) è un Roditore della famiglia degli Spalacidi.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Lo spalace della Bucovina è uno spalace di grande taglia: misura 19-31 cm di lunghezza e pesa 200-450 g. Il mantello presenta differenti sfumature di grigio. La parte posteriore della testa, e talvolta la fronte, è bianca. Possiede file di setole rigide, rizzate sulla testa, di colore bianco puro. È privo di vibrisse. Il cranio è simile a quello dello spalace occidentale, con rostro più largo e senza perforazioni su ciascun lato dell'apertura posteriore.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Lo spalace della Bucovina è presente unicamente in poche località della Romania (Suceava, Craiova, Transilvania e bacino del Danubio inferiore), dell'Ucraina sud-orientale (Cernovcy) e della Moldavia. Il suo areale è molto frammentato; in Ucraina è divenuto così raro che non viene più avvistato da 20-40 anni e si teme che sia scomparso.

Vive in praterie, steppe e aree coltivate, così come in piccoli campi di patate e di barbabietole e ai bordi delle strade. La densità di popolazione è generalmente bassa, in media 1-3 esemplari per ettaro, al massimo fino a 23 per ettaro.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Crepuscolare e notturno, lascia raramente le sue gallerie. Ciascun animale scava una tana complessa con gallerie di 8-10 cm di diametro, una camera col nido e camere di stoccaggio delle provviste. Erbivoro, si nutre di parti sotterranee di piante, tuberi e rizomi. Ove la densità di popolazione è elevata arreca danni alle colture.

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

Lo spalace della Bucovina è minacciato dall'agricoltura intensiva, dal momento che non può sopravvivere su terreni arati troppo di frequente. In Transilvania, dove è ancora praticata l'agricoltura di sussistenza, è più numeroso che nelle altre zone dell'areale.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Spalax graecus in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005. ISBN 0-8018-8221-4.
  2. ^ (EN) Zagorodnyuk, I. & Coroiu, I. 2008, Spalax graecus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2013.2, IUCN, 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]


mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi