Tana (zoologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un tamia striato esce dalla propria tana

In zoologia, la tana è una cavità, naturale o scavata, usata da numerose specie di animali selvatici come rifugio dai predatori o dalle intemperie, per esempio nelle ore di sonno o durante il letargo.[1] Oltre a quella di riparo, la tana può svolgere altre funzioni: molte specie per esempio vi depositano le proprie uova o vi partoriscono, per proteggere i piccoli, o vi raccolgono le proprie scorte di cibo.

L'abitudine di cercare o scavare una tana è comune a una grandissima varietà di specie anche molto distanti fra loro da un punto di vista tassonomico, dagli invertebrati ai mammiferi.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Definizione presso dizionari.corriere.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]