Riccardo Malipiero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Riccardo Malipiero (Milano, 24 luglio 1914Milano, 27 novembre 2003) è stato un compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Compì gli studi pianistici a Milano, dove si diplomò nel 1932; nel 1937 ottenne il diploma di composizione al conservatorio di Torino, seguendo in seguito dei corsi di perfezionamento con lo zio Gian Francesco Malipiero.

L'interesse per la dodecafonia si fece sentire già nel 1938 e confluì nell'opera Minnie la candida, rappresentata nel 1942 in prima assoluta al Teatro Regio di Parma.

Dal 1945 si avvalse integralmente della tecnica dodecafonica, pur difendendo con forza la libertà espressiva individuale; nel 1949 a Milano fu tra gli organizzatori del "Primo congresso internazionale di musica dodecafonica", assieme a Luigi Dallapiccola, Bruno Maderna e Camillo Togni.

Compositore, critico musicale, conferenziere, pedagogo, organizzatore musicale, Riccardo Malipiero è stato uno dei primi sostenitori della dodecafonia in Italia, continuando su questo solco fino ai più recenti sviluppi musicali, anche senza inserirsi in una determinata scuola.

Le sue composizioni gli sono valse il plauso della critica internazionale e hanno conosciuto una vasta rinomanza in sede concertistica.

Stile[modifica | modifica sorgente]

La musica di Malipiero è caratterizzata da una ricerca intensa di nuove possibilità espressive e una cifra stilistica personalissima, pur non aderendo ad alcun movimento di avanguardia, Nel teatro musicale, sono evidenti la flessibilità del declamato e un abile trasformazione di cellule tematiche, eredità dell'illustre parente che tuttavia non sopprime la spiccata personalità dell'autore.

Alcune opere significative[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 116494514 LCCN: n80149880