Repubblica Galattica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« La vecchia Repubblica era la Repubblica delle leggende, più grande dello spazio e del tempo. Non c'era bisogno di sapere dove fosse o da dove venisse, bastava sapere che... era la Repubblica. »
(dal Diario dei Whill)
Logo della Repubblica Galattica

La Repubblica Galattica è un governo fittizio dell'universo di Guerre stellari. Era il governo esistente prima della salita dell'Impero Galattico di Darth Sidious.

Nei suoi ultimi anni di vita, era considerata come un governo benevolo - ma inefficiente - legato dalle norme della burocrazia. Anche se era conosciuta con il nome di Vecchia Repubblica, questo nome non venne mai usato, se non dopo la distruzione dell'Impero Galattico, e con la fondazione del nuovo Ordine Jedi, che creò anche il nuovo governo conosciuto come Nuova Repubblica.

Vecchia Repubblica[modifica | modifica sorgente]

Formazione[modifica | modifica sorgente]

La Repubblica nacque con la firma della Costituzione Galattica nel 25.000 BBY circa. Durante quel periodo, venne portato da una razza aliena, i Rakata, il viaggio iperspaziale, permettendo a Coruscant di diventare la capitale della Repubblica Galattica. Il pianeta era allora il più evoluto e influente della galassia, e già dal 100.000 BBY la sua superficie era ricoperta dalla vasta metropoli conosciuta come Galactic City e Imperial City. Nulla si sa sulla fisiologia originaria del pianeta né sulle sue razze autoctone, ma molti esperti ritengono essere in origine un mondo terrestre tipo Naboo e Corellia e essere stata la primissima culla della razza umana. Il pianeta rimase la capitale per 25.000 anni. Poco dopo la formazione della Repubblica Galattica, la strada mercantile Perlemiana venne disegnata sulle mappe, collegando Coruscant a Ossus e portando i Cavalieri Jedi nella Repubblica. Nel millennio successivo, la Via Corelliana venne tracciata sulle mappe, collegando Coruscant a Corellia e oltre.

Era primordiale[modifica | modifica sorgente]

Per anni i Cavalieri Jedi difesero la Repubblica dalla violenza, permettendole di espandersi e di entrare in contatto con numerosissime razze aliene evolute, come i duros su Duro, gli aqualish su Ando e i numerosi mondi colonizzati dagli zabrak di Iridonia. Attorno al 25.000 BBY, il Grande Scisma si verificò, durante il quale molti Jedi, sotto la guida di Xendor, avevano rifiutato gli insegnamenti dei loro Maestri che spiegavano come si potesse raggiungere uno stato di potere tramite la meditazione, preferendo un approccio più emotivo, studiando il Lato Oscuro.

Nel 24.000 BBY, la Repubblica entrò in guerra contro l'Unione di Desevro e Tion. La Repubblica vinse la guerra alleandosi con gli Hutt contro i Tionesi. Il grappolo tionese giurò quindi fedeltà alla Repubblica, mentre i Desevriani decisero di rimanere neutrali.

Tra il 20.000 e il 17.000 BBY la Repubblica si espanse verso est, e in seguito verso nord e sud. La Galassia rimaneva comunque sconosciuta in gran parte, escludendo Ord Mantell, scoperto nel 12.000 BBY e Malastare, scoperto nell'8.000 BBY. Il progresso nell'esplorazione era limitato in viaggi pericolosi - con salti di uno o due anni luce - in un allungamento di anomalie spaziali. Durante questo periodo ci fu una grande espansione, che portò ad una guerra contro gli Alsakani che tentavano di prendere il controllo della Repubblica partendo da Coruscant. Questa scintilla fece scoppiare ben 17 guerre tra Repubblica e Alsakani, dal 17.000 al 3.000 BBY. Coruscant riuscì a vincere ogni guerra.

Intorno al 12.000 BBY, Contispex diventò Cancelliere Supremo. Lui e i suoi discendenti appartenevano al culto teocratico "Pius Dea" che avrebbe controllato la Repubblica fino all'11.000 BBY. Questi fanatici fecero guerra a molte sette rivali aliene. Questo culto crollò forse in maniera violenta dopo mille anni di regno.

Attorno al 9.000 BBY, Blotus the Hutt divenne Cancelliere Supremo e comandò la Repubblica Galattica per 275 anni. A differenza di molti Hutt, Blotus si distinse per la sua condotta illuminata e giusta. Nel 7.308 BBY venne inaugurato il Calendario Galattico Standard.

Nel 7.000 BBY si verificò il Secondo Grande Scisma, durante il quale un Jedi caduto scoprì una tecnica pericolosa per alterare le forme di vita. Questo fece iniziare la Oscurità Centenaria che vide la creazione di creature mostruose. Durante la battaglia di Corbos i Jedi schiacciarono i ribelli e li bandirono dallo spazio conosciuto. Questi Jedi Oscuri scoprirono Ziost, un mondo desolato abitato dai primitivi Sith, una razza curiosamente dotata nella Forza.

I Jedi Oscuri stupirono i Sith e si elevarono allo status di dei, diventandone i dominatori. Con il passare del tempo si ebbero diversi incroci tra le due razze, e il termine "Sith" cominciò a indicare non solo gli abitanti originali di Korriban e Ziost, ma anche i loro Maestri.

Nel 5.000 BBY gli Jedi e l'Impero Sith si scontrarono nella Grande Guerra Iperspaziale. Nel 4.250 BBY avvenne il Terzo Grande Scisma. I Jedi Oscuri sopravvissuti al conflitto si ritirarono nel sistema Vultar, dove scoprirono della tecnologia antica che indicava come i mondi del sistema erano artificiali, probabilmente creati dai misteriosi "Celestiali" che avevano costruito il sistema Corelliano. Questi Jedi Oscuri presero queste macchine, ma non riuscendo a controllarle distrussero l'intero sistema durante il Cataclisma Vultar. Nel 4.019 BBY, quattro Maestri Jedi stabilirono la ziggurat del Tempio Jedi su Coruscant.

Vecchie Guerre Sith[modifica | modifica sorgente]

Nel 4.015 BBY ci fu la Grande Rivoluzione dei Droidi su Coruscant, condotta da HK-01, che venne sconfitto da Arca Jeth e dai Jedi. Durante il conflitto Arca Jeth scoprì la tecnica per disabilitare i macchinari con la Forza.

Seguenti al conflitto vi furono le Vecchie Guerre Sith del 4.000 BBY, tra cui la Grande Guerra Sith con il Signore Oscuro Exar Kun e l'allievo Ulic Qel-Droma, insieme agli alleati Krath e ai Mandaloriani, seguita dalle Guerre Mandaloriane del 3.963 BBY e dalla Guerra civile Jedi del 3.959 > 3.956 BBY contro l'Impero Sith di Darth Revan e Darth Malak.

Nel 3.000 BBY il 17° conflitto Alsakano terminò con la finale sconfitta degli Alsakani. La donna pioniera Freia Kallea scoprì la via Hydiana, permettendo alla Repubblica di espandersi fino ai monti dell'Anello Medio e dell'Anello Esterno, creando anche la Spina di commercio Corelliana.

Nuove Guerre Sith[modifica | modifica sorgente]

Nel 2.000 BBY, la Repubblica affrontò di nuovo la minaccia Sith, che aveva formato un nuovo Impero, molto più grande dei suoi predecessori. Il conflitto fu incerto fino alla Battaglia di Mizra nel 1.466 BBY, durante la quale i Sith riportarono una grande vittoria. La sconfitta della Repubblica fu tale che il periodo successivo a quell'anno venne chiamato età oscura, tanto che l'economia crollò.

La Repubblica si ritrovò in possesso dei soli mondi del Nucleo, mentre i Sith avevano tutti i mondi nel resto della Galassia. I Jedi presero il potere, controllando tutti gli organi politici e formarono la Armata della Luce sotto il comando di Hoth. Dopo 466 anni di battaglia continua i Jedi riuscirono a riconquistare gran parte della Galassia costringendo i Sith a ritirarsi fino a Ruusan. Vennero sconfitti nel 1.000 BBY, anche se l'Armata venne sconfitta con loro. Dopo la vittoria il Cancelliere Tarsus Valorum fece passare la Riforma di Ruusan, che pose gli Jedi sotto l'autorità del governo Repubblicano e sciolse tutto il suo comparto militare. Con il passare dei periodi di pace e prosperità la Repubblica cominciò a indebolirsi militarmente, rimanendo sempre più alle dipendenze degli Jedi per la propria difesa e per il mantenimento della pace, i quali calarono sempre più di numero, arrivando ad essere non più di 10.000 durante gli ultimi anni prima dell'Impero.

Il declino della Repubblica[modifica | modifica sorgente]

« La Repubblica non è più quella di una volta. E il Senato è pieno di diplomatici avidi e litigiosi. Non c'è interesse nel bene comune. »
(Senatore Palpatine)

Con la crescita di potere della Repubblica, molti dei burocrati e dei Senatori diventarono sempre più corrotti e compiacenti. Durante questo periodo il Senatore di Naboo era Palpatine. Il suo pianeta natale venne posto sotto assedio dalla Confederazione dei Sistemi Indipendenti. Nonostante l'invasione di Naboo, la reazione della Repubblica venne fermata. Quando la Regina Amidala richiese la mobilitazione per entrare in guerra, diede anche un voto di sfiducia al Cancelliere Finis Valorum, rendendo il noto Senatore Palpatine nuovo Cancelliere Supremo.

Guerre dei Cloni[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Guerre dei cloni.
« Da quando esiste la Repubblica non c'è mai stata una guerra totale. »
(Sio Bibble)

Tradizionalmente il Cancelliere Supremo poteva coprire la carica per un massimo di due mandati di quattro anni ognuno, ma Palpatine rimase ben di più con il prolungarsi della crisi separatista.
Il senato diede a Palpatine poteri d'emergenza per trattare con la confederazione separatista in una mozione introdotta dal rappresentante Jar Jar Binks. La prima mossa di Palpatine, supportata in quel periodo, era di creare un esercito della repubblica composto da guerrieri cloni. La repubblica non aveva ancora avuto bisogno di un'armata, fino a quel periodo vi erano stati solo piccoli conflitti risolvibili con la diplomazia. Il fatto che la confederazione avesse un'armata enorme di droidi richiedeva un'adeguata protezione.
Negli anni seguenti il senato galattico cedette il suo potere a Palpatine, che diventò il comandante militare.

La fine della democrazia[modifica | modifica sorgente]

« È così che muore la libertà: sotto scroscianti applausi. »
(Senatrice Padmé Amidala)

La tensione tra Palpatine e gli Jedi cominciò a crescere con l'andare della guerra. Molti membri del Consiglio Jedi rimasero scettici riguardo ai poteri sempre più crescenti del Cancelliere, alle spese del Senato. Rivelandosi essere il Signore Oscuro dei Sith Darth Sidious, Palpatine uccise tutti e quattro gli Jedi che avevano provato ad arrestarlo. Con la conclusione delle Guerre dei Cloni Palpatine avvisò il Senato della creazione di una nuova forma di governo sulle ceneri della Repubblica - l'Impero Galattico. Dopo 25.000 anni di esistenza, la Repubblica cessò di esistere.

Dopo 23 anni di guerra civile e con la caduta dell'Impero la Repubblica cominciò a venire riformata dall'Alleanza Ribelle con il nome di Nuova Repubblica.

Nuova Repubblica[modifica | modifica sorgente]

Il primo Senato[modifica | modifica sorgente]

« Oggi diventeremo una famiglia galattica - una famiglia dei grandi e dei piccoli, dei giovani e dei vecchi, con onore per tutti e favori per nessuno. »
(Leila Organa Solo)
La cupola del Senato Galattico

Poco tempo dopo la ricattura di Coruscant e la creazione del nuovo governo, sette anni dopo la Battaglia di Yavin, il Senato della Nuova Repubblica venne stabilito durante il Giorno della Ristorazione. Mon Mothma diventò Capo di Stato, Presidentessa del Senato e Comandante Capo delle Forze Armate.

Nel 9 ABY le forze dell'Imperial Remnant si erano ritirate nell'Orlo Esterno, ponendo il 75% della Galassia sotto il governo Repubblicano. Il Senato riuscì a fornire protezione e guida necessaria per porre fine alla minaccia di un ritorno dell'Impero con a capo il Gran Ammiraglio Thrawn.

Non riuscì invece a difendere la Repubblica dalla grande controffensiva dell'Impero sotto il risorto Palpatine, e ben presto gli strateghi dovettero accettare la caduta di Coruscant. I Comandanti e il Senato vennero rilocati su Da Soocha V nel sistema Cyax.

Il secondo Senato[modifica | modifica sorgente]

Dopo la riconquista di Coruscant nell'11 ABY, il Senato della Nuova Repubblica cominciò una serie di ristrutturazioni del governo. Vennero creati diversi Consigli, come il Consiglio della Difesa Comune, della Giustizia, dei Ministri, della Scienza e Tecnologia, e del Commercio. Mon Mothma si ritirò dalla vita pubblica e nominò la Principessa Leila Organa come successore. Con lei al governo vi furono molte risoluzioni diplomatiche, la più importante delle quali era quella con la Lega Duskhan, un'alleanza di mondi Yevethani nel Grappolo Koornacht.

In questo periodo molti mondi ex-Imperiali vennero presi sotto tutela della Repubblica. La maggior parte di essi mantenne però l'atteggiamento ristretto di quando erano sotto l'Impero, mantenendo aspetti di xenofobia e spesso entrando in conflitto con il Senato.

Finalmente, dopo essere stata criticata per il coinvolgimento della Repubblica nel Grappolo Koornacht, ad Almania, e il Sistema Corelliano, e anche a causa delle tensioni interne nel Senato tra tradizionalisti e pro-Impero, il Capo di Stato Organa si dimise a tempo indeterminato, e Ponc Gavrisom venne scelto come nuovo Capo di Stato.

Il terzo Senato[modifica | modifica sorgente]

Il potere del governo venne passato molto di più ai sistemi planetari locali per evitare una centralizzazione simile a quella del precedente Impero Galattico di Darth Sidious. Il ruolo del Senato diventò più inerente alla difesa comune e alla mediazione di dispute inter-sistema. Vennero creati anche gli Osservatori della Repubblica, una organizzazione che funzionava in modo simile all'Ordine Jedi durante la Vecchia Repubblica. Il lavoro degli Osservatori era di controllare, in sostanza, qualsiasi atto di ribellione impropria o che non ci fossero dittature in atto, o comunque attività di governo illecite.

Il maggiore evento durante il terzo Senato fu la crisi del Documento Caamas, che minacciava l'inizio di una nuova guerra civile tra fazioni pro-Bothan e anti-Bothan. La crisi, che cominciò con la scoperta del Documento a Wayland, finì con un trattato di pace tra la Nuova Repubblica e l'Imperial Remnant, ponendo fine alla Guerra Civile Galattica che durava da ormai 37 anni.

Il quarto Senato[modifica | modifica sorgente]

« La Nuova Repubblica? Sei cieco? Non c'è nessuna Nuova Repubblica! È morta prima che gli Yuuzhan Vong arrivassero! »
(Leila Organa Solo)

La fine della Guerra Civile pose moltissimi mondi davanti alla scelta di unirsi alla Repubblica, o all'Impero. Molti di essi si unirono alla Repubblica, e Leila tornò al Senato poco dopo aver firmato gli Accordi Bastion, ma in seguito si ritirò definitivamente nel 23 ABY. Nelle elezioni seguenti, Borsk Fey'lya venne eletto Capo di Stato con maggioranza dei 3/5, o il 60%, dei voti. Molti altri senatori diedero le dimissioni, e vennero sostituiti da altri, sfortunatamente, molto meno competenti. Con l'avvento della Guerra degli Yuuzhan Vong il Senato rimase paralizzato dall'incompetenza e dalla codardia. Durante la caduta di Coruscant molti dei Senatori rubarono diverse navi della Difesa Repubblicana per fuggire fuori dal sistema. Fey'lya, responsabile di moltissime sconfitte della guerra, si sacrificò in battaglia. Il Senato si ricostruì su Mon Calamari, e dopo una lunga "campagna elettorale", venne eletto Cal Omas come nuovo Capo di Stato nel 27 ABY. Questa fu l'ultima elezione della Nuova Repubblica, che diventò formalmente la Federazione Galattica delle Alleanze Libere.

La Guardia Repubblicana[modifica | modifica sorgente]

La Guardia Repubblicana aveva come compito scortare i Cancellieri e difendere il Senato anche a costo della vita. I gradi della guardia sono:

  • Iniziato Guardia Senatoriale
  • Adepto Guardia Senatoriale
  • Pretoriano Senatoriale
  • Pretore Senatoriale
  • Questore Senatoriale
  • Prefetto Senatoriale

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Nell'Universo espanso, la Repubblica è dichiarata come esistente da 25.000 anni, secondo le parole di Obi-Wan Kenobi che in Una nuova speranza dice che i Jedi erano stati "i guardiani di pace e giustizia della Repubblica per oltre mille generazioni". Per molto tempo, le fonti UE sono rimaste gli unici lavori ambientati durante la Repubblica, come la serie Tales of the Jedi. In Attacco dei Cloni Palpatine dice che la Repubblica è "esistita per mille anni". Questo sembra in contrasto con le storie espanse di livello C-canone e la continuità dei film di livello G-canone. Per risolvere la discrepanza alcuni scrittori hanno inventato la Riforma di Ruusan per dare una spiegazione alternativa alla frase di Palpatine, portando tutte le fonti di nuovo in armonia relativa.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Apparizioni[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

  • The Essential Chronology
  • The New Essential Chronology
  • Heir to the Empire
  • The Last Command
  • Before the Storm
  • Shield of Lies
  • Tyrant's Test
  • Tales from the New Republic
  • A Guide to the Star Wars Universe, Second Edition
  • Mandatory Retirement
  • Wedge's Gamble
  • Star Wars Technical Commentaries
  • Cracken's Threat Dossier
  • Specter of the Past
  • Vision of the Future
  • Star by Star
  • Destiny's Way

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Guerre Stellari Portale Guerre Stellari: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Guerre Stellari