Raffaellino del Garbo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Raffaellino del Garbo, Pala di San Vivaldo, 1516

Raffaellino del Garbo, pseudonimo di Raffaellino Capponi (San Lorenzo a Vigliano, 1466Firenze, 1524), è stato un pittore italiano.

Si formò nella bottega di Filippino Lippi come testimoniano le notizie fornite nelle Vite di Giorgio Vasari. I suoi influssi sono legati oltre a Filippino, anche al Pinturicchio e a Lorenzo di Credi.

Andrea del Sarto fu un suo discepolo: questo legame sembra confermato da una tavola L'incoronazione della Vergine dipinta da Raffaellino per l'altare maggiore della chiesa di San Michele a San Salvi, per lo stesso committente che affidò ad Andrea del Sarto l'affresco con l'Ultima cena nel refettorio, sempre a San Salvi.

Tra le opere si ricordano: Resurrezione per la chiesa di San Bartolomeo a Monte Oliveto a Firenze e oggi alla Galleria dell'Accademia;

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 95697942