Cicoria asparago

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Puntarelle)
Cicoria di catalogna frastagliata di Gaeta (puntarelle); Cicoria catalogna di Chioggia
Puntarelle.gif
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regioni Lazio
Veneto
Zona di produzione Formia e Gaeta in provincia di Latina; Chioggia in provincia di Venezia
Dettagli
Categoria ortofrutticolo
Riconoscimento P.A.T.
Settore Prodotti vegetali allo stato naturale o trasformati
Altre informazioni i due prodotti rappresentano varietà distinte della stessa verdura
 

Col termine cicoria asparago si intende, generalmente, un insieme di varietà locali, afferenti alla specie botanica della cicoria (Cichorium intybus), caratterizzate dalla formazione di uno scapo fiorale edule che ricorda il turione di asparago, e dal tipico sapore amarognolo. In alcune zone d'Italia viene chiamata catalogna.

Ve ne sono due tipi: uno più alto, eretto ed amaro, solitamente consumato previa cottura; il secondo più basso e a costa larga, caratterizzato da germogli che si nascondono all'interno del cespo. I germogli, solitamente consumati crudi (spesso con aggiunta di aglio e acciughe sotto sale), sono anche noti come puntarelle e considerati un piatto tipico della cucina romana, diffusi anche nella cucina campana[1]. In Puglia, sono presenti due importanti varietà locali note come

  1. RINVIA Cicoria puntarelle Molfettese e Galatina

.

Proprietà[modifica | modifica wikitesto]

La catalogna contiene fosforo, calcio e vitamina A, inoltre ha la proprietà di stimolare le funzioni digestive e diuretiche. Già Galeno la indicava come dotata di proprietà medicamentose[2].

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

La regione Lazio ha riconosciuto la tipicità di questo ortaggio inserendolo nell'elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali italiani (P.A.T.) col nome cicoria di catalogna frastagliata di Gaeta (puntarelle) corrispondente alla varietà che viene consumata cruda.

La regione Veneto ha riconosciuto la Cicoria catalogna di Chioggia che invece viene generalmente consumata dopo essere stata lessata, servita su piatti asciutti e con aggiunta di tabasco in polvere.

Citazioni famose[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gaeta, importante luogo di produzione, faceva parte del Regno delle Due Sicilie
  2. ^ Galeno, nel secondo secolo d.C., in riferimento alla cicoria scriveva: “... amica del fegato e non contraria allo stomaco” (riportato nella scheda della Cicoria catalogna di Chioggia nel sito della regione Veneto)

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]