Phalaenopsis amabilis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Phalaenopsis amabilis
Phalaenopsis amabilis Orchi 03.jpg
Phalaenopsis amabilis
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Vandeae
Sottotribù Aeridiniae
Genere Phalaenopsis
Specie P. amabilis
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Phalaenopsis amabilis
(L.) Blume, 1825
Sinonimi
  • Epidendrum amabile L. (Basionimo)
  • Cymbidium amabile (L.) Roxb.
  • Synadena amabilis (L.) Raf.
  • Phalaenopsis grandiflora Lindl.
  • Phalaenopsis amabilis var. aurea (auct.) Rolfe
  • Phalaenopsis gloriosa Rchb.f.

Phalaenopsis amabilis (L.) Blume, 1825 è un'orchidea epifita, originaria della Nuova Guinea.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

La Phalaenopsis amabilis, come la maggior parte delle specie di Phalaenopsis, ha uno sviluppo monopodiale, ovvero ha un solo “piede” di crescita. Le foglie di P. amabilis sono ellittiche e possono raggiungere la lunghezza di 50 – 60 centimetri in natura. Il fiore è grande, appariscente, membranoso e con un labello giallo e trilobato.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questa specie è in genere diffusa nelle zone del sud-est asiatico, dall'Indonesia all'Australia.[senza fonte]

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Phalaenopsis amabilis è stata inizialmente scoperta dal botanico Rumphius nel 1653, che le diede il nome Angraecum album majus.[senza fonte] Rimase sconosciuta fino al 1825 quando Blume ritrovò la stessa specie e le diede il nome noto attualmente.

Sottospecie[modifica | modifica sorgente]

Ad oggi sono state descritte le seguenti sottospecie [1]:

  • Phalaenopsis amabilis subsp. amabilis (sottospecie nominale)
  • Phalaenopsis amabilis subsp. moluccana (Schltr.) Christenson, 2001
  • Phalaenopsis amabilis subsp. rosenstromii (F.M.Bailey) Christenson, 2001

Coltivazione[modifica | modifica sorgente]

È una specie abbastanza facile da coltivare in casa. Può essere coltivata in vaso con bark (corteccia di pino) o su pezzi di sughero, radici di mangrovia e altro legno idoneo disinfettato. P. amabils è in grado di fiorire per un lungo periodo di tempo.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Phalaenopsis amabilis in World Checklist of Liliaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 9 novembre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica