Pezze di Greco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pezze di Greco
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione Puglia-Stemma it.png Puglia
Provincia Provincia di Brindisi-Stemma.png Brindisi
Comune Fasano-Stemma.png Fasano
Territorio
Coordinate 40°49′00″N 17°22′00″E / 40.816667°N 17.366667°E40.816667; 17.366667 (Pezze di Greco)Coordinate: 40°49′00″N 17°22′00″E / 40.816667°N 17.366667°E40.816667; 17.366667 (Pezze di Greco)
Altitudine 90 m s.l.m.
Abitanti 6 000[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 72010
Prefisso 080
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti pezzaioli
Patrono SS. Maria del Carmine
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pezze di Greco
Il Monumento ai Caduti di Pezze di Greco

Pezze di Greco è una frazione di circa 6.000 abitanti del Comune di Fasano, in provincia di Brindisi.

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Situata nell'antica Terra di Bari a 5 chilometri dal mare, dista 4 chilometri da Fasano, 52 dal capoluogo di provincia, Brindisi, e 54 dal capoluogo di regione, Bari.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La fondazione di Pezze di Greco si deve ad alcuni contadini venuti soprattutto da Fasano ma anche da Cisternino, a coltivare e a migliorare questi terreni verso l'anno 1823. A quel tempo una masseria comprendeva la maggior parte del territorio attuale di Pezze di Greco ed apparteneva alla famiglia Greco (famiglia), il cui casato era originario di Martina Franca. La masseria Greco era una vasta zona di terreno priva di alberi, adibita solamente alla coltivazione di grano, di orzo, di biade e legumi: per questo venivano volgarmente chiamate "pezze", da appezzamento. Questo, unito al nome del proprietario, formò il nome attuale del paese, Pezze di Greco.

Per volere del signor Greco, che voleva migliorare la zona, il terreno fu frazionato in lotti e ceduto in fitto ai coloni. Successivamente alcuni contadini sentirono la necessità di stabilirsi nei propri terreni e nei poderi sorsero allora dei trulli. Nel 1837 furono stipulati i primi atti di acquisto di terreno. Il casato Greco cessò di esistere per mancanza di eredi maschi e la signora Greco, diventata ormai anziana, aveva bisogno di assistenza: le fu indicata una donna di nome Apollonia, che istruì e alla quale diede in eredità il casato. Il marito di Apollonia, Tommaso Gaito, decise di dare il resto dei fondi in fitto nell'anno 1837. Il fabbricato della masseria fu acquistato dalla commissione della erigenda chiesa parrocchiale e intestato al parroco pro tempore, con l'obbligo di iniziare la costruzione entro un anno. In questo periodo il governo Borbone congiunse la capitale del suo regno con l'estremo lembo del Salento. Con un decreto venne costruita l'attuale strada statale 16 Adriatica che passa per Pezze di Greco. La costruzione venne terminata nell'anno 1841.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

  • Monumento ai caduti della prima guerra mondiale, inaugurato nel 1931, la cui costruzione venne finanziata con il ricavato di alcune rappresentazioni della compagnia filodrammatica di Pezze.
  • Croce dai padri missionari del Preziosissimo Sangue costruita nel 1924, oggi custodita presso la chiesa.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Eventi[modifica | modifica sorgente]

Presepe Vivente
  • presepe vivente, con la partecipazione come figuranti di gran parte della popolazione di Pezze.
  • festa patronale (terza domenica di luglio)
  • fiera campionaria di san Francesco d'Assisi (4 ottobre).

Persone legate a Pezze di Greco[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

La locale squadra di calcio è l'Unione Sportiva Dilettantistica Pezze, fondata negli anni sessanta, che ha disputato alcune stagioni in Promozione pugliese.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ ca.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]