Pal Joey

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pal Joey
Frank Sinatra2, Pal Joey.jpg
Frank Sinatra in un'immagine tratta dal trailer
Titolo originale Pal Joey
Paese di produzione USA
Anno 1957
Durata 111 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, musicale
Regia George Sidney
Soggetto John O'Hara
Sceneggiatura Dorothy Kingsley
Fotografia Harold Lipstein
Montaggio Viola Lawrence e Jerome Thoms
Musiche Richard Rodgers e Lorenz Hart
Scenografia Walter Holscher, Louis Diage e William Kiernan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Pal Joey è un film statunitense del 1957 diretto da George Sidney.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Kim Novak (Linda) in Pal Joey

Lo squattrinato e balzano, ma dotato di gran talento canoro, Joey Evans, detto Pal, ritorna a San Francisco con le tasche vuote e con la necessità di procurarsi una fonte di quattrini. Decide di entrare in un locale notturno di mediocre levatura, il Costa dei barbari, il cui pianista e direttore d'orchestra, in realtà un modesto complessino, è una sua vecchia conoscenza e creditore: Joey gli deve infatti, da tempo immemorabile, trecento dollari. Approfittando dell'improvvisa assenza del cantante ufficiale, lo sostituisce con successo ed ottiene dallo scettico proprietario una scrittura per le serate successive. Adocchia qui una delle ballerine, Linda English, ma i primi contatti sono piuttosto bruschi. Invitato ad una festa indetta per beneficenza da una rappresentante dell'alta società di San Francisco, Vera Simpson, ottiene un grande successo costringendola a mettere all'asta fra i presenti un numero che Vera, anni prima, era solita fare in un night (Vera Simpson era originariamente una nota spogliarellista, che aveva chiuso questa carriera dopo aver sposato un miliardario, produttore di pop-corn, del quale era rimasta poi vedova e ricca, ed annoiata, ereditiera). Vera sta al gioco e canta (senza spogliarsi), rimanendo, ancorché seccata, incuriosita ed ammirata della bravura e presenza di spirito di Joey (l'asta era stata improvvisata da Joey a causa del deludente risultato della raccolta di fondi della festa). Qualche sera dopo, con un paio di amici altolocati, gli fa visita alla Costa dei barbari, mandando in sollucchero il proprietario del locale, presso il quale Joey ottiene ulteriore benevolenza. Intanto gl'incontri con Linda si fanno più frequenti e i due si ritrovano a condividere il bagno in una modesta pensioncina. Joey viene poi licenziato per le sue stravaganze, ma riesce a rientrare grazie all'intervento della ricca vedova. La quale, nel frattempo, se n'è innamorata, se lo porta sul suo yacht e decide di realizzare il sogno di Joey: fondare un night di alta classe nel quartiere più esclusivo di San Francisco. Vera, finanziatrice dell'iniziativa, pone tuttavia una condizione: il licenziamento di Linda. Joey, dopo una serie di tentativi di traccheggiare, messo di fronte all'alternativa, o Linda o il nuovo night, decide di rinunciare a quest'ultimo per amore di Linda ed i due si trovano a riprendere, ma insieme, una vita di vagabondaggio artistico.

I brani musicali[modifica | modifica sorgente]

Delle originali 14 canzoni di Rodgers e Hart, otto sono rimaste, ma due delle quali come musica di fondo e quattro vi furono aggiunte da altri spettacoli.[1]

  • Pal Joey: titolo di testa
  • That Terrific Rainbow (Il terribile arcobaleno) – coro e Linda English
  • I Didn't Know What Time It Was (Non sapevo che ora era, presentata nel musical del 1939 Too Many Girls, ovvero Troppe ragazze) - Joey Evans
  • Do It the Hard Way (Fallo nel modo più difficile) - orchestra e coro di ragazze
  • Great Big Town (Grande e grossa città) - Joey Evans e coro di ragazze
  • There's a Small Hotel (C'è un piccolo albergo, presentata nel musical del 1936 On Your Toes - Sulle punte dei tuoi piedi) - Joey Evans
  • Zip - Vera Simpson
  • I Could Write a Book (Potrei scriverci un libro) - Joey Evans e Linda English
  • The Lady Is a Tramp (La signora è una vagabonda, presentata nel musical del 1937 Babes in Arms) - Joey Evans
  • Bewitched, Bothered and Bewildered (Stregata, preoccupata e sconcertata) - Vera Simpson
  • Plant You Now, Dig You Later (Semina ora, zappa poi) - orchestra
  • My Funny Valentine (Mia simpatica Valentina, presentata nel musical del 1937 Babes in Arms) - Linda English
  • You Mustn't Kick It Around (Non devi scalciare) - orchestra
  • Numero dello spogliarello - I Could Write a Book - Linda English
  • Sequenza del sogno e finale: What Do I Care for a Dame/Bewitched, Bothered and Bewildered/I Could Write a Book - Joey Evans

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Hollywood Musicals Year By Year, Green, Stanley, Revised and Updated, Schmidt, Elaine, 2nd Edition, 1999, ISBN 0-634-00765-3, p. 214.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema