Organizzazione Todt

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Spallina di un lavoratore per la OT
Uffici e personale dell'organizzazione Todt a Cremona, alle loro spalle è visibile un manifesto della X MAS

L'Organizzazione Todt (OT) fu una grande impresa di costruzioni che operò, dapprima nella Germania nazista, e poi in tutti i paesi occupati dalla Wehrmacht impiegando il lavoro coatto di più di 1.500.000 uomini e ragazzi. Creata da Fritz Todt, Reichsminister für Rüstung- und Kriegsproduktion (Ministro degli Armamenti e degli Approvvigionamenti), l'organizzazione operò in stretta sinergia con gli alti comandi militari durante tutta la Seconda guerra mondiale.

Il principale ruolo dell'impresa era la costruzione di strade, ponti e altre opere di comunicazione, vitali per le armate tedesche e per le linee di approvvigionamento, così come della costruzione di opere difensive: la Linea Sigfrido, il Vallo Atlantico e - in Italia - la Linea Gustav e la Linea Gotica sono alcuni significativi esempi delle opere realizzate dall'Organizzazione Todt.

A fronte di un esiguo numero di ingegneri e tecnici specializzati, gran parte del "lavoro pesante" era realizzato da un'enorme massa di operai (più di 1.500.000 nel 1944), molti dei quali prigionieri di guerra, detenuti nei lager.

Nel 1942, dopo la morte di Todt in un incidente aereo, avvenuta l'8 febbraio, al gruppo fu tolto il controllo militare e venne sottoposto al controllo del governo centrale, sotto il controllo di Albert Speer.

Insegne[modifica | modifica wikitesto]

  1. Vorarbeiter
  2. Meister
  3. Obermeister
collar patches (usati prima del 1943)
  1. Mannschaften
  2. Truppführer
  3. Obertruppführer
  4. Haupttruppführer
  5. Frontführer/Bauführer
  6. Oberfrontführer/Oberbauführer
  7. Hauptfrontführer/Hauptbauführer


Responsabili[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

nazismo Portale Nazismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di nazismo