Ninko

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Ayahito
Emperor Ninkō.jpg
Imperatore del Giappone
In carica 31 ottobre 1817 - 21 febbraio, 1846
Predecessore Imperatore Kōkaku
Successore Imperatore Osahito
Nascita 16 marzo 1800
Morte 21 febbraio, 1846 (45 anni)
Padre Imperatore Kōkaku

Ninkō (仁孝天皇 Ninkō-tennō; 16 marzo 180021 febbraio 1846) secondo il tradizionale ordine di successione, è stato il 120º imperatore del Giappone. Il suo regnò iniziò nel 1817 per concludersi nell'anno 1846.

Genealogia[modifica | modifica sorgente]

Prima dell'ascensione al Trono del Crisantemo, il suo nome personale (il cosiddetto imina) era Ayahito-shinnō (恵仁親王). Ninkō fu il quarto figlio dell'imperatore Kōkaku. Ebbe sette figli e otto figlie da diverse concubine. Sfortunatamente, di tutta la prole, solamente il futuro imperatore Komei e le principesse Sumiko e Chikako arrivarono all'età adulta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Ninkō venne designato principe della Corona nel 1809, a seguito della sua adozione da parte della moglie principale (chūgū) di suo padre l'Imperatore, la principessa imperiale Yoshiko (欣子内親王), conosciuta anche con il nome di Shinseiwa-in (新清和院). Ninkō ascese al trono nel 1817, subito dopo l'abdicazione di suo padre. Perseguendo alcuni desideri del suo predecessore, il nuovo imperatore cercò di riportare in auge molti rituali e pratiche perdute all'interno della vita di corte. Un esempio per tutti, da Ninkō in avanti, tutti gli imperatori giapponesi adottarono l'appellativo di tennō.

Durante il suo regno cominciò il lento deterioramento del potere dell'istituto del Bakufu, le cui debolezze si acuirono durante il regno del successore, Komei. Il collasso vero e proprio del Bakufu si ebbe però durante il regno del nipote di Ninko, l'Imperatore Mutsuhito. Tra le innovazioni di Ninkō si può citare soprattutto la fondazione del Gakushūsho (il predecessore del Gakushūin, l'istituto di cultura accademica riservato alla nobiltà di corte, situato appena al di fuori del Palazzo Imperiale).

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Imperatore del Giappone Successore Japanese Imperial Seal.svg
Kokaku 1817 - 1846 Komei

Controllo di autorità VIAF: 57419666 LCCN: no2007077941