Natal'ja Baranova

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Natal'ja Baranova
Dati biografici
Nome Natal'ja Ivanovna Baranova
Nazionalità Russia Russia
Altezza 172 cm
Peso 65 kg
Sci di fondo Cross country skiing pictogram.svg
Dati agonistici
Squadra Dinamo Tomsk
Ritirata 2006
Palmarès
Olimpiadi 1 0 0
Mondiali 0 1 1
Mondiali juniores 1 0 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Natal'ja Ivanovna Baranova nata Masalkina (cirillico Наталья Ивановна Баранова (Масалкина); Krivošeino, 25 febbraio 1975) è un'ex fondista russa, vincitrice di medaglie olimpiche e iridate.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

In Coppa del Mondo ottenne il primo risultato di rilievo il 14 gennaio 1995 a Nové Město na Moravě (12ª), il primo podio il 12 febbraio successivo a Oslo (3ª) e la prima vittoria il 14 marzo 1999 a Falun.

In carriera prese parte a un'edizione dei Giochi olimpici invernali, Torino 2006 (16ª nella 10 km, 1ª nella staffetta), e a due dei Campionati mondiali, vincendo due medaglie. Avrebbe dovuto partecipare anche ai XIX Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, ma due giorni prima dell'inizio della gara fu resa nota la posività a un controllo anti-doping: l'atleta aveva assunto EPO e quindi fu squalificata[1]. Tornò alle gare a fine 2004.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Olimpiadi[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Mondiali juniores[modifica | modifica wikitesto]

Coppa del Mondo[modifica | modifica wikitesto]

  • Miglior piazzamento in classifica generale: 9ª nel 2005
  • 15 podi (3 individuali, 12 a squadre[2]):
    • 3 vittorie (a squadre)
    • 2 secondi posti (a squadre)
    • 10 terzi posti (3 individuali, 7 a squadre)

Coppa del Mondo - vittorie[modifica | modifica wikitesto]

Data Località Nazione Spec.
14 marzo 1999 Falun Svezia Svezia 4x5 km
(con Svetlana Nagejkina, Julija Čepalova e Larisa Lazutina)
27 novembre 2001 Kuopio Finlandia Finlandia 4x5 km
(con Ol'ga Danilova, Nina Gavryljuk e Julija Čepalova)
12 dicembre 2004 Val di Fiemme Italia Italia 4x5 km
(con Larisa Kurkina, Evgenija Medvedeva e Julija Čepalova)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gaia Piccardi, La Belmondo all'attacco: "Il doping di Stato è vivo" in Corriere della Sera, 23 febbraio 2002, p. 40. URL consultato il 7 settembre 2012.
    (EN) Russian Skier Natalia Baranova Suspended for Doping in Xinhuanet.com, 7 febbraio 2002. URL consultato il 7 settembre 2012.
    (ITRU) Gleb Ijulskij, L'"Izvestia": Le Olimpiadi, debacle diplomatica in Espressoweb.ru. URL consultato il 7 settembre 2012.
  2. ^ Fino al 2000 dati parziali per le prove a squadre.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]