Muffin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Muffin
Muffin al cioccolato
Muffin al cioccolato
Origini
Luogo d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Dettagli
Categoria dolce
 

Un muffin è un dolce simile ad un plum cake, di forma rotonda con la cima a calotta semisferica senza glassa di rivestimento.

Alcune varietà, come i "cornbread muffins", sono salate. Si possono preparare con ripieno di mirtilli, cioccolato, cetrioli, lampone, cannella, zucca, noce, limone, banana, arancia, pesca, fragola, mandorle e carote. In genere esistono dei muffin che si tengono in un palmo della mano e si consumano in un sol boccone. I muffin sono prodotti di uso specialmente nel Regno Unito.

Le origini[modifica | modifica sorgente]

La parola muffin viene citata per la prima volta in Inghilterra nel 1703 con la scrittura "moofin". Qualcuno vuole derivato il termine dal francese mouflet, che significa soffice inteso come il pane, altri vogliono far derivare la parola dal tedesco muffen che significa piccole torte perché all'origine si trattava di piccole torte[1]. Le prime versioni di muffin erano meno nobili. Il fornaio di famiglia inizialmente cucinava i muffin per la servitù con i rimasugli del pane del giorno prima e dei rimasugli di lavorazione di biscotti, mescolando il tutto con delle patate schiacciate. Il tutto veniva fritto facendo divenire il composto così ottenuto in muffin leggeri e croccanti. Questo preparato venne scoperto dai padroni dell'epoca facendo divenire questo composto in pietanza preferita per l'ora del tè.[2]

Storia moderna[modifica | modifica sorgente]

L'inserimento di alcuni particolari conservanti[3] ha avuto come conseguenza che non doveva necessariamente essere consumato entro poche ore dallo sfornamento. La tendenza alla commercializzazione di pezzi sempre di maggiori dimensioni ha portato alla creazione di nuovi tipi di muffin. Le dimensioni dei muffin possono essere le più disparate.[4]

La preparazione[modifica | modifica sorgente]

Cottura di alcuni muffin

Il muffin si distingue nella preparazione da altri tipi di cake o tortini perché nel procedimento è sempre prevista la preparazione di 2 composti: uno con gli ingredienti in polvere (farina, bicarbonato di sodio, lievito chimico e, se la ricetta lo prevede, anche il cacao o spezie varie), e un composto a base di ingredienti umidi (latte, burro fuso o olio di semi, uova e, a volte yogurt) per quel che riguarda lo zucchero può essere messo sia nel composto in polvere sia in quello umido. Dopodiché si amalgamano questi 2 composti. Una volta amalgamati si versano in pirottini di carta posti in uno stampo per muffins c'è chi usa una brocca, chi usa l'attrezzo per mettere le palline di gelato sui coni, la tasca da pasticcere, chi invece si serve di 2 cucchiai.

Le regole d'oro di un buon muffin[modifica | modifica sorgente]

Le polveri devono essere ben mescolate e così anche i liquidi. I 2 composti devono essere amalgamati insieme velocemente e assolutamente senza mescolare troppo, deve risultare un impasto molto grumoso (saranno proprio questi grumi che renderanno il muffin morbido)

Tipi di muffin[modifica | modifica sorgente]

Muffin inglese[5][modifica | modifica sorgente]

Si distingue dal muffin americano dal tipo di lievitazione. Il muffin americano lievita con il lievito chimico, quello inglese lievita con il lievito di birra, gli esperti di chimica o di pasticceria affermano che sono due lievitazioni molto diverse.

Corn muffin[6][modifica | modifica sorgente]

Questo tipo di muffin è un dolce statunitense. Sono al gusto di mais e perlopiù sono dolci. Possono essere spalmati di burro sul lato piatto o stufati col peperoncino.

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Citazione dal sito.
  2. ^ Info
  3. ^ Info
  4. ^ Info dal paragrafo "Dimensioni" da ilovecooking.org
  5. ^ (EN) ricetta corn muffin
  6. ^ descrizione e ricetta english muffin

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]