Moschus berezovskii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Mosco nano
Moschus berezovskii - Kunming Natural History Museum of Zoology - DSC02453.JPG
Stato di conservazione
Status iucn3.1 EN it.svg
In pericolo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Artiodactyla
Famiglia Moschidae
Genere Moschus
Specie M. berezovskii
Nomenclatura binomiale
Moschus berezovskii
Flerov, 1929

Il mosco nano (Moschus berezovskii Flerov, 1929; in cinese Lín shè), noto anche come mosco di foresta della Cina, è un artiodattilo originario delle regioni meridionali e centrali della Cina e di quelle più settentrionali del Vietnam. Molto raro, è presente sulla Lista rossa cinese degli animali minacciati fin dal 14 giugno del 1976[2].

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Attualmente ne vengono riconosciute quattro sottospecie[3]:

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Seppur rara, questa specie è ampiamente diffusa nelle regioni centrali e meridionali della Cina (da Shaanxi, Gansu ed Henan fino a Tibet sud-orientale, Yunnan, Guangxi, Guangdong e Jiangxi). Il suo areale raggiunge anche le pendici orientali dell'Himalaya e le zone nord-orientali del Vietnam; secondo alcune testimonianze storiche la specie sarebbe presente anche nelle zone settentrionali del Laos.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Il mosco nano vive in foreste di conifere e latifoglie di alta quota (2000–3800 m). In Vietnam è presente anche in regioni carsiche. Maggiormente attivo nelle ore notturne, si nutre di foglie, erba, muschi, licheni, radici e germogli, e talvolta può salire anche sugli alberi in cerca di cibo. Questo animale, timido e sedentario, trascorre tutto l'anno in un territorio ben definito, di 5-10 ettari. I maschi utilizzano le grosse ghiandole del muschio per delimitarne i confini e attrarre le femmine. Se allarmato, fugge via cambiando spesso direzione per confondere l'assalitore. I suoi principali nemici sono leopardi, martore, volpi, lupi, linci e, soprattutto, gli esseri umani. La gestazione dura circa sei mesi e mezzo, trascorsi i quali nascono uno o due piccoli. Per i primi due mesi di vita, essi rimangono al sicuro in luoghi nascosti, dove ogni tanto vengono raggiunti dalla madre per essere allattati. Sono svezzati a 3-4 mesi, ma raggiungono la maturità sessuale solo intorno ai 24 mesi. Il mosco nano può vivere fino a 20 anni.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Wang, Y. & Harris, R.B. 2008, Moschus berezovskii in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ Endangered Species - Dwarf Musk Deer Facts
  3. ^ (EN) D.E. Wilson e D.M. Reeder, Moschus berezovskii in Mammal Species of the World. A Taxonomic and Geographic Reference, 3ª ed., Johns Hopkins University Press, 2005, ISBN 0-8018-8221-4.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

mammiferi Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi