Michael Löwy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Michael Löwy

Michael Löwy (San Paolo, 6 maggio 1938) è un sociologo e filosofo francese.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Discendente di ebrei provenienti da Vienna, nacque e crebbe in Brasile, dove maturò le proprie simpatie socialiste a 16 anni. Laureatosi in Scienze Sociali, nel 1961 vinse una borsa per compiere studi a Parigi, dove nel 1964 ha conseguito il dottorato presso la prestigiosa Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales con una tesi sulle Teorie rivoluzionarie del giovane Marx

In seguito si trasferì con la famiglia in Israele a Tel Aviv, ma le sue idee politiche gli causarono problemi nel mondo accademico, così nel 1968 si trasferì a Manchester.

Nel 1969 fece ritorno in Francia, lavorando prima all'Università Paris V: Vincennes e poi ancora a Paris VIII fino al 1978 quando fu ammesso come ricercatore al CNRS. Nel 1975 ottenne il "dottorato di Stato" presso l'università Paris V discutendo una tesi su Lukacs.

Nel 1981 divenne insegnante della prestigiosa École des Hautes Études en Sciences Sociales a Parigi e ciò gli ha consentito di essere invitato a tenere lezioni anche nei più prestigiosi atenei statunitensi.

Nel 1994 ricevette la Medaglia d'Argento del CNRS.

Interessi scientifici[modifica | modifica wikitesto]

Nella prima parte della sua carriera ha effettuato prevalentemente studi storici e sociologici sul pensiero marxista. Dalla metà degli anni Ottanta ha effettuato studi anche sulle relazioni fra religione e politica (con analisi del pensiero di Max Weber, Walter Benjamin e Feuerbach). È anche un grande conoscitore anche del pensiero di Georg Lukács oltre che di Franz Kafka. È inoltre uno dei più grandi teorici dell'Ecosocialismo, di cui ha stilato il manifesto internazionale con Koel Kovel e su cui ha organizzato un meeting internazionale a Parigi nel 2007.

Affinità politiche[modifica | modifica wikitesto]

Ha preso parte a varie edizioni del World Social Forum. In Francia ha collaborato spesso con Olivier Besancenot, più volte candidato alle Presidenziali prima per la Lega Comunista Rivoluzionaria (LCR) e poi per il Nouveau Parti anticapitaliste. In Brasile ha collaborato con le aree politiche di sinistra interne al Partito dei Lavoratori (PT) di Lula. Oggi simpatiza con il Partido Socialismo e Libertà, dissidente di PT. Italia ha partecipato a numerose iniziative pubbliche di Sinistra Critica.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • La Pensée de «Che» Guevara, Paris, Maspero, 1970
  • La théorie de la révolution chez le jeune Marx, Paris, Maspero, 1970
  • Lucien Goldmann ou la dialectique de la totalité, (con Sami Nair), Paris, Seghers, 1973
  • Dialectique et révolution: essais de sociologie et d'histoire du marxisme, Paris, Éditions Anthropos, 1974
  • Pour une sociologie des intellectuels révolutionnaires: l'évolution politique de György Lukacs, 1909-1929, Paris, Presses universitaires de France, 1976
  • Marxisme et romantisme révolutionnaire, Paris, Sycomore, 1979
  • The politics of uneven and combined development. The theory of permanent revolution, Londres, Verso Books, 1981
  • Paysages de la vérité: introduction à une sociologie critique de la connaissance, Paris, Anthropos, 1985
  • Ideologias e Ciencia Social, S. Paulo, Editôra Cortez, 1985
  • Rédemption et utopie: le judaïsme libertaire en Europe centrale: une étude d'affinité élective, Paris, Presses universitaires de France, 1986
  • Marxisme et théologie de la libération, Amsterdam, Institut International de Recherche et de Formation, 1989
  • Révolte et mélancolie: le romantisme à contre-courant de la modernité, (con Robert Sayre), Paris, Payot, 1992
  • L'insurrection des "Misérables": révolution et romantisme en juin 1832, (con Robert Sayre), Paris, Minard, 1992
  • On Changing the World. Essays in Political Philosophy, from Karl Marx to Walter Benjamin, New Jersey-London, Humanities Press, 1993
  • The War of Gods. Religion and Politics in Latin America, London, Verso Books, 1996
  • Patries ou Planète? Nationalismes et internationalismes de Marx à nos jours, Lausanne, Éditions Page 2, 1997
  • L'Étoile du matin: surréalisme et marxisme, Paris, Syllepse, 2000
  • Walter Benjamin: avertissement d’incendie. Une lecture des thèses sur le concept d’histoire, Paris, Presses universitaires de France, 2001
  • Franz Kafka, rêveur insoumis, Paris, Stock, 2004
  • Sociologies et religion: approches dissidentes, (con Erwan Dianteill), Paris, Presses universitaires de France, 2006
  • Messagers de la tempête: André Breton et la révolution de janvier 1946 en Haïti, (con Gerald Bloncourt), Paris, Le Temps des cerises, 2007
  • Che Guevara, une braise qui brûle encore, (con Olivier Besancenot), Paris, Mille et une nuits, 2007
  • Sociologies et religion: approches insolites, (con Erwan Dianteill), Paris, Presses Universitaires de France, 2009
  • Écologie critique de la pub, (con Estienne Rodary, Paris, Éditions Syllepse, 2010

Traduzioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Il pensiero del Che Guevara. La filosofia, sociologia della rivoluzione, guerra di guerriglia, Milano, Feltrinelli, 1969
  • Goldmann o la dialettica della totalità, Bolsena, Massari, 1990
  • Redenzione e utopia. Figure della cultura ebraica mitteleuropea, Torino, Bollati Boringhieri, 1992
  • La stella del mattino. Surrealismo e marxismo, Bolsena, Massari, 2001
  • Il giovane Marx e la teoria della rivoluzione, Bolsena, Massari, 2001
  • Segnalatore d'incendio, Torino, Bollati Boringhieri, 2004
  • Kafka. Sognatore ribelle, Milano, Eleuthera, 2007

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 108175199 LCCN: n50043500

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie