Luxeuil-les-Bains

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luxeuil-les-Bains
comune
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason fr Franche-Comté.svg Franca Contea
Dipartimento Blason département fr Haute-Saône.svg Alta Saona
Arrondissement Lure
Cantone Luxeuil-les-Bains
Territorio
Coordinate 47°49′N 6°23′E / 47.816667°N 6.383333°E47.816667; 6.383333 (Luxeuil-les-Bains)Coordinate: 47°49′N 6°23′E / 47.816667°N 6.383333°E47.816667; 6.383333 (Luxeuil-les-Bains)
Altitudine 294 m s.l.m.
Superficie 21,81 km²
Abitanti 7 742[1] (2009)
Densità 354,97 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 70300
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 70311
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Luxeuil-les-Bains
Sito istituzionale

Luxeuil-les-Bains è un comune francese di 7.742 abitanti situato nel dipartimento dell'Alta Saona nella regione della Franca Contea; centro termale per la presenza anche di saline, sfruttate in passato dai monaci. Le sue acque calde, ricche di ferro, azoto, e silicio, sono particolarmente indicate per la cura delle anemie e delle affezioni reumatiche. Importante collezione di sculture provenienti dalla città gallo-romana nell'edificio delle terme.

Nel centro della città si conservano la cosiddettà Maison Carrée del XV secolo, la basilica di Saint Pierre (sec. XIII-XIV) con campanile del XVI secolo e chiostro del XIII secolo, ovvero l'antica abbazia di Luxeuil fondata da San Colombano, la quale conserva un pregevole organo monumentale.

La città è anche un centro industriale (fonderie, tessitura del cotone).

Storia[modifica | modifica sorgente]

Trae il nome da Luxovium, prospera stazione termale sotto i Romani, distrutta da Attila nel 451.

Un abitato risorse in seguito intorno all'abbazia e alla chiesa abbaziale dedicata a san Pietro, fondata dal monaco irlandese san Colombano e da 12 suoi compagni nel 590, insieme alle abbazie di Fontaine e di Annegray. San Colombano ne fu il primo abate e vi fondò uno scriptorium, ma dopo una decina di anni riprese i suoi viaggi. Gli successero prima sant'Eustasio e poi san Valdeberto di Luxeuil. Nel IX secolo i monaci adottarono la regola benedettina. L'abbazia subì razzie da parte dei Saraceni nel VII secolo e dei Normanni nel IX. Fu una potente signoria ecclesiastica, ma decadde alla fine del XV secolo. Annessa dall'imperatore Carlo V alla Franca Contea, tornò con essa alla Francia in seguito al trattato di Nimega (1678).

Intorno al 1870 vi fu creato un tipo di merletto ("trina Rinascimento" o "trina Medici"), fabbricata nei dintorni della città, che fu in voga alla fine del XIX secolo nell'ambito dell'arredamento.

Persone legate a Luxeuil-les-Bains[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia