Linguaggio CB

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Una cartolina QSL per confermare l’avvenuto collegamento (QSO) tra due operatori CB. Sulle vele saluti (73), auguri (51) e baci (88), mentre il sole sta cercando qualcuno in ascolto per poter fare due chiacchiere (CQ CQ)

Il cosiddetto linguaggio CB è un insieme di sigle, abbreviazioni e modi di dire in uso nelle comunicazioni radio nella banda cittadina, ed è frutto in parte dal gergo utilizzato dai radioamatori, principalmente alcune sigle del Codice Q e della sua iniziale clandestinità.

A differenza dei radioamatori gli operatori CB sono utenti di un sistema di comunicazione deregolamentato, pertanto nella trasmissione orale alcune sigle hanno finito per assumere sfumature diverse. Ad esempio la sigla QRA, che dal significato originario di nominativo della stazione da cui il radioamatore trasmette, è diventato la famiglia in senso lato, per cui è un comune atto di cortesia per un CB concludere un collegamento estendo i saluti "a tutto il QRA familiare".

Durante il lungo periodo iniziale di clandestinità, durato in Italia almeno 26 anni, ai tecnicismi derivanti dall’adattamento del Codice Q si sono mescolate altre fonti, quali:

  • la libera interpretazione di alcuni elementi tecnici: per esempio la potenza con cui viene ricevuto il segnale radio viene indicata con l'abbreviazione S (per strength o signal). Nel linguaggio CB la S è diventata "Santiago", nonostante nell'Alfabeto fonetico NATO, oggi adottato anche dai CB, corrisponda a "Sierra".

Il codice 10, usato dai CB in varie parti del mondo, è derivato da abbreviazioni in codice numerico che la polizia americana (quando impiegava le frequenze della radiodiffusione) usava per abbreviare le comunicazioni e renderle meno comprensibili agli ascoltatori esterni. È abbastanza diffuso presso i CB anglofoni ed ispanici – per esempio "diesquatro" (dieci-quattro) per "ricevuto".


La seguente lista include alcune frasi e abbreviazioni comuni tra i CB di lingua italiana.

TERMINE SIGNIFICATO
144 Essere a letto (‘buona notte’ = "buon 144"). 144 MHz corrisponde infatti alla lunghezza d'onda di due metri (vedi sotto)
15 Fratello, sorella
2 metri (orizzontale) Il letto. Analogamente al radioamatore, che può spostarsi ad operare sulla lunghezza d'onda dei due metri, anche il CB si sposta sui 2 metri ma "in orizzontale".
25 Fidanzata, fidanzato
50 Moglie, marito
51 Auguri (si legge sia "cinquantuno" che "cinque uno")
73 Saluti ("settantatré" o "sette tre")
73 + 51 Saluti e auguri (sette tre cinque uno)
88 Baci
Antenna spezzata Operatore non in regola. Azione delle Autorità verso un CB non in regola
Ascoltone o Orecchie Pelose o Orecchie d'oro o

Orecchie di gomma

Uno che sta in ascolto senza intervenire. Equivale al ‘lurking’ dei Newsgroup e delle Chat
Bailame / Bailamme Confusione
Baraccamento L’insieme dell’attrezzatura della stazione trasmittente
Baracchino Ricetrasmettitore CB
Baraccone Grosso ricetrasmettitore CB
Barra Stazione di trasmissione (b. fissa = a casa; b. mobile = in macchina; b. pesante = sul camion; b.turistica = sul pullman; b. nautica = su un natante). Per regolamento, in caso di trasferta, i radioamatori devono far precedere o seguire il proprio nominativo dall'indicatore della zona ove si trovino in quel momento (es. I0AAA/1 potrebbe essere un radioamatore laziale che opera in Liguria). Nel linguaggio CB si è prima mutuata la "/" con significato simile (es. "Corsaro/mobile" o "Corsaro in barra mobile") per poi farle assumere quello di tipo o posizione della stazione.
Bassa Telefonata. Da "bassa frequenza" in contrapposizione all'alta frequenza tipica dei segnali radio.
Bianco in frequenza Richiesta di rimanere in ascolto senza intervenire (v. anche "Ascoltone").
Binario Canale (v.)
Birra Potenza d'uscita della stazione trasmittente in antenna
Break/Brecco Richiesta di inserimento in una conversazione
Cambio Passo la parola ad un altro (vedi anche "K’")
Canale Una delle 40 frequenze fisse in cui è divisa la C.B. (vedi anche "Rubinetto" e "Binario")
Carica batteria Mangiare
Carica elettrolitica Bere
Carica pupille Dormire
Controllo, controllino Richiesta di definizione di "Santiago" (v.) e di "Radio" (vedi). (Vedi anche "QRK")
Copiare Ricevere, comprendere, capire
CQ Segnale generale di chiamata (la pronuncia inglese di CQ suona come "seek you", "ti cerco")
DX Collegamento con una stazione particolarmente distante
Grande Autostrada (esempio: "essere sulla Grande")
Grande Acca L’ospedale
Gringhella/o o Ghiringhella/o Ragazza non sposata (vedi anche "XYL") o ragazzo, figlia/o, nipote
HI (acca-i) Che ridere! Equivale al "Lol" dei Newsgroup e delle Chat sebbene possa indicare uno scherzo insito nel linguaggio usato
HI³ (acca-i al cubo) Una risata incontenibile! Equivale al "ROTFL" dei Newsgroup e delle Chat
IH (i-acca) Contrario di HI, stato d'animo angosciato o triste
In verticale Di persona (riferito ad un incontro)
K Passo la parola ad un altro (v. anche "cambio"). Viene dalla telegrafia, dove la lettera K in codice Morse sta per "cambio", "passo".
Kappa Emme Chilometri
Lineare Amplificatore di potenza. Detto anche booster, "scarpone" (vedi) e "Alfa Lima" (dalle iniziali di: Amplificatore Lineare). È vietato dalla legislazione italiana
Liscio (essere liscio) Regolare, senza alcun amplificatore
Luce Blu la Polizia (v. anche ‘Puffi’)
Mike il microfono
Modulare Parlare
Negativo No
Neri I Carabinieri detti anche Charlie Charlie (da C.C.)
OM Radioamatore (dall’inglese Old man)
Pacco Lo scherzo che consiste nel far credere di trasmettere da una posizione molto più distante da quella in cui ci si trova per dare l’impressione di essere in un DX (v.). Si scopre di essere stati vittime di un ‘pacco’ con arrivo della QSL (v.)
Portante Segnale non modulato
Portantero Un sabotatore che disturba o impedisce un QSO (v.) utilizzando la propria portante (v.)
Puffi La Polizia
QRA Abitazione, indirizzo, nome personale (per estensione: la famiglia)
QRK Controllo di comprensibilità del segnale, che viene reso in ‘Radio’ (v.) e "Santiago" (v.). Vedi anche "Controllino"
QRM Rumore di fondo. Disturbo di ricezione.
QRN Disturbi atmosferici
QRT Chiudo la trasmissione
QRX Rimanere in ascolto. Aspettare un momento.
QRZ L’identificativo di chi chiama. Equivale al "nickname" dei Newsgroup e delle Chat
QSB Evanescenza del segnale.
QSL Cartolina postale che conferma l’avvenuto collegamento
QSO Collegamento, chiacchierata
QSY Spostarsi su un altro canale (v.)
QTC Messaggio
QTH Località (città da cui trasmetto)
QTR L’ora
Radio (o Erre) Livello di qualità del segnale (da 0 = incomprensibile, a 5 = perfetto e senza rumori di sottofondo) con cui si fornisce un "QRK" (v.) o ‘controllino’ (v.)
ROGER Ok, ricevuto. Va bene (in questa accezione è deprecato dovendosi usare: "si conferma").
Rubinetto Canale (v.)
Ruota Gruppo di partecipanti ad una trasmissione
Santiago (o Esse) Livello di ricezione del segnale, da 1 a 9+ (1-2 molto debole, 3-4 debole, 5-6 discreto, 7-8 forte, 9 molto forte, 9+10 fortissimo, 9+30 molto forte distorto)
Sblaterare Quando una emissione disturba i canali adiacenti a quello in uso (dal termine inglese "splatter")
Scarpone (o scarpa) V. "lineare"
Scarrellare (o spazzolare) Fare "zapping", saltare da un canale (v.) all’altro
Spire (numero di) indica l’età (numero di anni)
SWL Stazione d’ascolto o, anche, chi fa ascolto sulle onde corte
Trabacco / trabaccare Posto di lavoro, lavorare
TVI TeleVision Interferences, disturbi alla ricezione di segnali televisivi
Verticale incontro di persona
Wiskey Watt
XYL Signora, moglie (dall’inglese ex young lady)
YL Ragazza, bambina (dall’inglese young lady. È una delle abbreviazioni del codice Morse) (v. anche "Gringhella")

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Alessandro Valli, Il tuo PMR. Trucchi e segreti delle ricetrasmittenti, Milano, FAG (collana Pro DigitalLifeStyle), 2008 (ISBN 978-88-8233-659-2).
  • Emanuele e Manfredi Vinassa de Regny, "Ricetrasmissioni CB", Mondadori, le prime edizioni risalgono agli anni settanta del Novecento.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]