Les choristes - I ragazzi del coro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Les Choristes - I ragazzi del coro
Titolo originale Les Choristes
Paese di produzione Francia
Anno 2004
Durata 95 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico, musicale
Regia Christophe Barratier
Soggetto Christophe Barratier
Sceneggiatura Christophe Barratier, Philippe Lopes-Curval
Fotografia Jean-Jacques Bouhon, Dominique Gentil, Carlo Varini
Montaggio Yves Deschamps
Musiche Bruno Coulais
Scenografia François Chauvaud
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi

Les Choristes - I ragazzi del coro è un film del 2004 diretto da Christophe Barratier.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il film inizia con un direttore d'orchestra (Pierre Morhange) che si ritrova davanti alla porta di casa un vecchio amico d'infanzia, Pepinot. Questi gli mostra un libro: è il diario di Clement Mathieu, sorvegliante del collegio "Fond de l'Etang"(fondo dello stagno), scritto mentre lui lavorava nel collegio, dove i due amici avevano studiato.

Clement Mathieu, compositore e insegnante di musica, ha accettato l'impiego da sorvegliante nel collegio per bambini difficili poiché era disoccupato. Viene accolto dal Direttore Rachin, che gli parla dei ragazzi che frequentano l'istituto,del loro comportamento e gli presenta la sua regola azione-reazione. Rachin indica Mathieu di non dare alcuna giustificazione agli alunni, nella convinzione che i ragazzi capiscono solo se puniti. Dal canto suo Mathieu crede invece che per educarli sia possibile attuare un sistema più conciliante, instaurando con loro un dialogo e una maggior comprensione per le loro vicende personali. Alcuni alunni gli rubano degli spartiti risalenti al periodo in cui lavorava come maestro privato (nonostante lui li abbia chiusi con un lucchetto in un armadietto), e appena il sorvegliante se li riprende, li avvisa di non toccarli più. La sera stessa un ragazzo canta una canzoncina offensiva su Mathieu, che - una volta uditolo - gli dice che è stonato come una campana. Quindi, dopo aver mandato tutti a dormire, prende in mano un foglio pentagrammato e compone un breve brano. Il giorno dopo, mentre controlla gli alunni prima dell'arrivo del professore, fa fare loro un breve provino, formando così un coro contro la volontà del direttore. Una sera in un'aula vede Pierre Morhange, un altro ragazzo dell'istituto (che inizialmente aveva deciso di non partecipare all'attività del coro), cantare un pezzo della canzone Vois sur ton chemin. Il ragazzo grazie alla sua bravura viene nominato solista nel coro. Mathieu è comprensivo con i ragazzi, ma così facendo si attira le antipatie del direttore. Un giorno, dopo che Mathieu ha lasciato il collegio incustodito quando il direttore non c'era, si scatena un incendio, dopo il quale Mathieu viene licenziato. Il diario si conclude qui.

Pepinot narra poi a Pierre Morhange ciò che è successo dopo il licenziamento di Clement, anche se sarà Pierre a raccontarlo. Pierre e la madre, che si è accorta delle doti musicali del figlio, partono per il conservatorio a Lione. Rachin sarà finalmente denunciato dai suoi sottoposti per i suoi modi crudeli e verrà licenziato e Pepinot, dopo il licenziamento di Clement Mathieu, riesce a raggiungere quest'ultimo mentre sta aspettando l'autobus, andando poi via con lui.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

È stato nominato ai Premi Oscar 2005 come miglior film straniero.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema