L'inganno (Thomas Mann)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'inganno
Titolo originale Die Betrogene
Autore Thomas Mann
1ª ed. originale 1954
Genere racconto
Sottogenere satira
Lingua originale tedesco
Ambientazione Germania
Protagonisti Rosalie

L'inganno è l'ultima storia completata e pubblicata dallo scrittore tedesco Thomas Mann durante la sua vita. Scritto tra il 1952-53 questo lungo racconto narra le vicende d'una donna cinquantenne appena entrata in menopausa: l'improvviso ritorno del flusso mestruale arriva ad illuderla di esser testimone nel proprio corpo d'un miracoloso ringiovanimento.

Pubblicato per la prima volta nel 1954, ha uno stile abbastanza parodistico, com'è stato nelle corde di molte delle opere dell'autore.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rosalie è una vedova sulla cinquantina che vive con rassegnazione l'avanzare inesorabile della vecchiaia e della perdita della giovinezza, che per una donna è rappresentata fondamentalmente dalla menopausa; ha una figlia già grande ed un figlio adolescente che ha messo sempre i primo piano nella sua vita, davanti anche alle proprie personali ambizioni.

Un giorno la famiglia decide d'assumere un giovane americano come tutore per il figlio. La donna sente un'immediata e fortissima attrazione verso l'uomo straniero; finisce così che se ne infatua profondamente. La figlia, venuta a conoscenza del fatto, disapprova vivamente il 'colpo di testa' della madre. Subito dopo a Rosalie tornano le mestruazioni perdute.

Tutto ad un tratto la signora sembra aver riacquistato interamente la propria consapevolezza sessuale e sembra quindi sommamente felice del fatto che la sua vitalità non è affatto in declino, bensì è rinata. Poco dopo Rosalie progetta d'andar a fare un viaggio; contemporaneamente dichiara le proprie intenzioni al giovane insegnante del figlio, manifestando una chiara disponibilità sessuale nei suo confronti. Hanno in programma di dirigersi al castello di Schloss Benrath sul Reno, nei pressi di Düsseldorf ma ciò, purtroppo, non avverrà mai.

Rosalie viene trovata la mattina seguente morta sul letto a causa d'un'emorragia provocata da una metastasi tumorale all'interno dell'utero. I medici iniziano una discussione nel tentativo di comprendere le possibili cause che abbiano prodotto l'improvvisa temporanea "ritrovata giovinezza" di Rosalie: un medico finisce col supporre che il rinnovato risveglio della sensibilità erotica nella donna abbia prodotto un'alterazione nelle ovaie producendo in tal modo l'accelerazione cancerosa.

letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura