L'educazione fisica delle fanciulle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
L'educazione fisica delle fanciulle
Titolo originale The Fine Art of Love: Mine Ha-Ha
Lingua originale Inglese
Paese di produzione Repubblica Ceca, Regno Unito, Italia
Anno 2005
Durata 102 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere drammatico
Regia John Irvin
Soggetto Frank Wedekind (romanzo)
Sceneggiatura Alberto Lattuada, Ottavio Jemma, James Carrington, Sadie Jones
Produttore Jan Balzer, Ida Di Benedetto, Dirk K. van den Berg
Produttore esecutivo Mario Cotone
Casa di produzione Balzer International Films, Box Film. Creative Partners Ltd, Titania Produzioni
Distribuzione (Italia) 01 Distribution
Fotografia Fabio Zamarion
Montaggio Louisa Harding, Roberto Perpignani
Musiche Paul Grabowsky
Scenografia Dante Ferretti
Costumi Carlo Poggioli
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

L'educazione fisica delle fanciulle è un film del 2005 diretto da John Irvin e tratto dalla novella Mine-Haha oder Über die körperliche Erziehung der jungen Mädchen (1903)[1] del drammaturgo tedesco Frank Wedekind.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Turingia, negli anni a cavallo tra la fine dell'Ottocento e gli inizi del Novecento, sei ragazze di sedici anni sono ospiti fin dall'infanzia di un lussuoso collegio dove apprendono l'arte della musica, della danza e delle buone maniere. All'apparenza tutto sembra ideale, nonostante la severità del corpo insegnante e le regole del collegio (per esempio è vietato ogni contatto con l'esterno); si lavora duramente, soprattutto in vista dell'ambito premio che consiste nel prendere parte al più prestigioso balletto del paese e, per la migliore, di diventare l'étoile. Un mondo ordinato e severo, ma anche, in fondo, sereno, dove le ragazze, che sono cresciute insieme, riescono comunque a ritagliarsi momenti idilliaci, fra un laghetto, la cascata e il parco, dove nuotano e giocano. Ma in realtà, dietro la facciata si nasconde un terribile segreto gelosamente custodito dalla direttrice. Il collegio non è altro che il vivaio per "coltivare" la fanciulla "migliore", la migliore ballerina, che sarà la "prescelta" dall'Imperatore. Il tragico e violento finale del film riveleranno per quale efferato atto la ragazza migliore è stata educata e poi prescelta.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Location[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante il romanzo e film siano ambientati in Turingia, la pellicola è stata girata in realtà a Liberec e Mariánské Lázně, nella Repubblica Ceca; e in Umbria, presso la Cascata delle Marmore e a Papigno.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ed. italiana: Frank Wedekind, Mine-Haha ovvero Dell'educazione fisica delle fanciulle, Gli Adelphi, Adelphi, Milano 2005, ISBN 8845920402.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema